Piano paesaggistico, Cappellacci attacca di nuovo il Mibac: “No a pregiudizi”

Se il Governo dovesse mettersi di traverso anche sul Piano paesaggistico regionale dei sardi (Pps), la battaglia per la revisione dello strumento amministrativo potrebbe diventare “parte della vertenza Sardegna“. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, aprendo la prima assemblea pubblica di presentazione della nuova versione del Piano, sul cui processo di revisione il Mibac ha già annunciato ricorsi. Alla prima assemblea alla Fiera di Cagliari erano presenti oltre 400 persone, fra le quali 240 rappresentanti dei Comuni (su 377 complessivi) e dirigenti di associazioni, comprese quelle ambientaliste, a cui sono stati consegnate alcune brochure sull’aggiornamento del Piano.

Il presidente, lanciando un appello a chi ha sollevato dubbi e critiche perché sfruttino l’appuntamento di oggi per formulare osservazioni e valutare “oggettivamente” e “a carte scoperte” le novità contenute nel Piano, ha ribadito che la Giunta non ha “nessuna volontà di cementificare. Sono assolutamente convinto che questo sia destituito di fondamento – ha osservato nel suo saluto iniziale – abbiamo portato avanti un processo partecipativo. È una bugia che le associazioni ambientaliste siano state totalmente escluse”. Cappellacci ha anche respinto le accuse di un Pps in chiave elettorale: “la domanda non è perché la revisione arriva a meno di sei mesi dalle elezioni, ma perché a quattro anni e mezzo dall’inizio della legislatura – ha precisato – e la risposta è perché la revisione è stato preceduta da un lungo processo partecipato”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share