L’assessore Spano: “Non abbiamo soppresso la Conservatoria delle coste”

“La Conservatoria delle coste non è stata soppressa, ma è stato semplicemente nominato un commissario che non ha le funzioni di liquidatore. Qualunque sia la proposta che verrà formulata dalla Giunta sul futuro dell’Agenzia, questa dovrà passare per il Consiglio regionale“. Così l’assessore regionale dell’Ambiente, Donatella Spano, ritorna sulle polemiche successive alla delibera dell’Esecutivo che ha commissariato la Conservatoria delle Coste oggi guidata dall’ex direttore della Protezione civile regionale, Giorgio Cicalò, che rimarrà in carica per sei mesi.

“La Conservatoria non può essere cancellata con una delibera di Giunta ma servirebbe una legge essendo stata istituita con legge regionale 2 del 2007 – spiega all’ANSA l’esponente dell’Esecutivo – dobbiamo sgombrare il campo da illazioni: vogliamo riaffermare le finalità della Conservatoria, che sono quelle della salvaguardia del patrimonio costiero e la tutela delle coste”. Per la Giunta la riorganizzazione dell’Agenzia, che potrebbe rientrare all’interno dell’Assessorato regionale dell’Ambiente come Servizio degli uffici regionali, “non mette in discussione gli obiettivi dell’Agenzia: la Giunta – sottolinea l’assessore – ha avviato in questa fase una ricognizione per capire quale è stato in questi anni il reale funzionamento della Conservatoria e per valutare se le attività svolte sono coerenti con quella che era la missione dell’organismo regionale”.

 

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share