Felicetto Contu bagna il suo addio al Consiglio con lo champagne

Felicetto Contu ha deciso di chiudere in grande stile la sua esperienza da consigliere regionale. Al termine della seduta in cui sono stati approvati la legge finanziaria ed il bilancio regionale ha offerto a tutti i colleghi un lauto rinfresco a base di champagne e pizzette a sfoglia. Sono volati i tappi di ben cinque bottiglie di Moët & Chandon; la buvette della massima assemblea sarda si è riempita in pochissimi minuti. Onorevoli di tutti gli schieramenti hanno voluto tributare il proprio saluto al “decano del Consiglio”, politico di lungo corso che tra qualche giorno inizierà a vestire i panni di difensore civico. Nella seduta di martedì ha infatti incassato l’importante nomina, risultato ottenuto grazie ad un lavoro iniziato diverse settimane fa. Il notaio, con un passato da deputato ed europarlamentare, ha contattato personalmente i colleghi, a tutti ha spiegato che avrebbe avuto il piacere di concludere la sua esperienza politica con un incarico che gli permettesse di mettere a disposizione dei cittadini sardi le sue competenze. Lo attende un ufficio dotato di linee telefoniche e segretario particolare, quattro mura in cui si raccoglieranno le istanze provenienti da tutti i territori sardi. Doglianze e proposte che dovranno poi essere riportate ai legislatori.

L’ex democristiano – eletto consigliere per la prima volta negli anni sessanta – ha garantito la totale imparzialità, sarebbe già pronto a riconsegnare la sua tessera ai dirigenti territoriali dell’Udc. Contu ha voluto ringraziare uno ad uno i colleghi che gli hanno permesso di ottenere i voti necessari, un risultato – non inaspettato – che deve aver lasciato l’amaro in bocca ad i due componenti dell’opposizione che avevano deciso di votare comunque per il costituzionalista Pietro Ciarlo. “Purtroppo la legge con cui si regolamenta l’elezione del difensore civico è scritta molto male, sono necessari i due terzi degli insediati e non i due terzi dei presenti in aula. Una norma che costringe gli schieramenti a convergere su una persona”, ha spiegato Contu di fronte ad un folto gruppo di onorevoli. Insomma, il Consiglio regionale ha scelto di affidarsi all’usato sicuro. Solo i prossimi mesi ci diranno se la strategia adottata risulterà vincente. Il posto di difensore civico era vacante da lunghi anni.

Giacomo da Lentini

Total
0
Shares
Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share