Esenzione ticket per patologie gravi, nel Sulcis è record

Le esenzioni ticket per il diabete sono passate dalle 236 del 2006 alle 442 del 2013, quelle per tumori dalle 49 alle 863 del 2013, mentre per l’ipotiroidismo dalle 2 alle 686, sempre al 2013. Non va molto meglio per le altre patologie: le esenzioni ticket per l’asma passano infatti dalle 34 del 2006 alle 294 del 2013, mentre per la Tiroide di Hashimoto si va dalle 137 alle 524 esenzioni del 2013, per un complessivo numero di esenzioni ticket sanitarie pari a 12.150 su un totale di 128.402 residenti. Si tratta dei dati emersi dal “Progetto Nazionale Esenzione Ticket”, portato avanti dai senatori del Movimento 5 Stelle Roberto Cotti e Bartolomeo Pepe con l’obiettivo di mettere in correlazione l’inquinamento ambientale e le esenzioni ticket di particolari e gravi patologie intercorse nel periodo 2006-2013 (tumori, asma, malattie tiroidee, Parkinson, Alzheimer e diabete).

Nell’ottobre del 2013 i senatori avevano inoltrato ai direttori generali delle Asl sarde una precisa richiesta di accesso gli atti, richiesta soddisfatta solo ieri dall’ASL n. 7 di Carbonia (dopo oltre un anno, due solleciti ed una lettera di denuncia al presidente della Regione Sardegna). L’iniziativa sta consegnando precise informazioni sullo stato di salute di zone ben delimitate di abitanti, soprattutto se messe in correlazione con alcune note e documentate criticità ambientali. “I dati, che finalmente vedono la luce interessano quindi una delle parti del territorio sardo più compromesse dal punto di vista ambientale e sono a dir poco preoccupanti“, si legge nella nota. “Viene da chiedersi – ha detto il senatore Cotti – se il presidente della Regione Sardegna e l’assessore della Sanità siano al corrente della situazione, ma soprattutto cosa intendano fare al riguardo”. “Al momento – ha concluso Cotti – ciò che si ricava dalle discussioni politiche isolane è la sensazione di una “partitica” interessata agli assetti di spartizione di potere nelle Asl piuttosto che alla prevenzione del rischio, ovvero alla qualità/puntualità dei servizi che dovrebbero essere resi ai cittadini, tanto più a quelli affetti da simili patologie”.

Scarica il pdf con tutti i dati

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share