regione

Una frana provocata dall’astensionismo: dal 2009 il Pdl ha perso 122mila voti, il Pd 53mila

Una frana. Drammatica per il Pdl ma gravissima anche per il Pd. Rispettivamente hanno perso un quarto (-26,3%) e circa la metà (-49,2%) dell’elettorato che li aveva scelti alle Regionali del 2009. In particolare il Pd ha perso 53.731 voti e il Pdl 122.327. Una calo diffuso in tutto il territorio regionale che per il Pd ha raggiunto il massimo in provincia di Nuoro (-44,08 per cento) mentre è stato contenuto in Ogliastra (-4,1 per cento). Per il Pdl la provincia dove è avvenuta la maggiore perdita di voti è stata quella di Carbonia-Iglesias 8-56 per cento) mentre, come per il Pd, l’Ogliastra è stata il territorio di maggior tenuta, con una perdita del -26,7 per cento.

Sono alcuni dei dati che emergono da uno studio realizzato subito dopo il voto di ieri dall‘Istituto Cattaneo di Torino (analista Gianluca Passarelli).

Anche le forze della sinistra (Sel, Rifondazione, Comunisti italiani, Sinistra sarda) hanno subito un calo di voti rispetto al 2009. Ma più contenuto (pari a circa al -11,8) e distribuito nel territorio in modo non lineare. In due province c’è stato un aumento dei voti rispetto a cinque anni fa: quella di Cagliari (+4,7 per cento) e quella di Carbonia-Iglesias (+20,) per cento).

Quanto ai partiti che si autodefiniscono di centro, la perdita è stata pari a circa un terzo dei consensi rispetto alle regionali scorse (-31,2%).

tab1

 

 

Se poi si sposta il confronto dalle regionali del 2009 alle politiche dello scorso anno, sottolinea l’Istituto Cattaneo. “il dato complessivo non cambia significato, complice l’elevata astensione”. Il Partito democratico ha subito una contrazione di oltre un terzo del proprio elettorato dello scorso anno (-35,4%). Una diminuzione di consensi diffusa in tutta la regione, ma particolarmente accentuata a Nuoro (-46,2%) e Oristano (-43,8%), e meno accentuata, sebbene rilevante, in Ogliastra (-22,2.%). In termini di voti il Pd tra le Politiche e le Regionali di domenica scorsa ne ha persi 82.403.

Analoga la situazione del Pdl che ha pure perso rispetto alle Politiche dell’anno scorso circa un terzo (-33 per cento) del suo elettorato isolano, in termini assoluti 62.153 voti. La punta massima negativa è stata registrata nel Medio Cmpidano (-52 per cento), la minore a Nuoro -5,7 per cento) mentre in Ogiastra c’è stato addirittura un piccolo aumento (+1,6).

I partiti della sinistra, sempre rispetto alle politiche, hanno perso un quinto degli elettori (-22,3 per cento), specie a Oristano  (-51,4%) e in Ogliastra (-38,7%), con valori meno negativi rispetto alle media regionale: (-6,7%) a Carbonia-Iglesias e (-7,0%) a Sassari. In generale i partiti di «Sinistra» hanno visto restringersi il proprio bacino elettorale di 14.134 voti.

Le dinamiche negative sono confermate anche anche per i partiti di «centro», il cui peso elettorale è diminuito in un anno del 43,2%, pari a una contrazione di quasi 40.000 elettori.

Quanto alle forze “non allineate” (così l’Istituto Cattaneo definisce il Movimento 5 Stelle e le liste della coalizione di Michela Murgia) l’unico confronto possibile è quello con le Politiche dello scorso anno, visto che nel 2009 non erano presenti. In questo caso – vista l’assenza del M5S dalle Regionali e di Sardegna Possibile dalle politiche – il confronto fornisce solo un dato statistico attorno al peso delle forze che non si riconoscono in quelle tradizionali.

Il risultato è che dalle Politiche del 1013 alle Regionali di domenica, i “non allineati” hanno perso l’83,2 per cento. In termini assoluti  228.653 voti, distribuiti abbastanza equamente su tutto il territorio.

tab2

 

 

Legenda

Sinistra: Sinistra Ecologia e libertà; Rifondazione – Comunisti Italiani – Sinistra Sarda

Altri Centro-Sinistra: La Base Sardegna. Arbau; Centro Democratico; IRS – Indipendentzia Repubrica de Sardigna;
Partito dei Sardi; Partito Socialista Italiano; Italia dei valori; Unione popolare cristiana; Rossomori
Partito democratico: Partito democratico della Sardegna

Centro: Unione dei democratici cristiani e democratici di centro (Udc) Sardegna

Popolo della libertà: Forza Italia Sardegna

Altri Centro-Destra: Riformatori Sardi Liberal Democratici; Partito Sardo d’Azione; Movimento Sardegna Zona Franca
– Lista Maria Rosaria Randaccio; Fratelli d’Italia – Centro Destra Nazionale; Partito UdS – Unione dei Sardi

Non allineati: Comunidades; Gentes; ProgReS Progetu Republica; Movimento 5 stelle

Altri: Movimento Zona Franca; Fronte Indipendentista Unidu; Soberania; Unidos; Fortza Paris; Azione Popolare Sarda;
Mauro Pili presidente

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share