Superlega: presidente Bayern Monaco, ‘nessun interesse ad entrarci’

Berlino, 28 ott. (Adnkronos) – Il Bayern Monaco non aveva alcun interesse ad unirsi alla Superlega europea perché il piano non era sostenibile. Lo ha detto il presidente del club Herbert Hainer in un’intervista con la rivista Sponsors, aggiungendo che “non crede che un campionato del genere ci sarà in futuro”. Dodici club di Inghilterra, Italia e Spagna avevano originariamente annunciato una Superlega chiusa, ma nove di loro, inclusi tutti e sei quelli inglesi, si sono ritirati pochi giorni dopo per l’indignazione di leghe, federazioni, altri club, tifosi e politici. I cinque volte campioni d’Europa del Bayern non facevano parte dei 12 originari, ma Hainer ha detto che sembravano essere tra quelli da invitare a unirsi, ma per loro non era un’opzione.

“Era chiaro per noi: la Superlega non può svolgersi in Europa in questo modo. Pertanto abbiamo detto piuttosto rapidamente che non ne faremo parte”, ha detto Hainer. “Credo che la natura del calcio sia stata fraintesa e il potere dei tifosi sottovalutato. E poi è imploso nel giro di tre giorni”. Hainer ha affermato che è “assolutamente giusto che ciò che amiamo del calcio non sia perduto”, poiché ha anche espresso dubbi sul fatto che i restanti tre club Real Madrid, Barcellona e Juventus possano far rivivere il concetto che avrebbe dovuto generare enormi entrate.

“L’impatto è stato troppo duro. E credo anche che i problemi dei club che vogliono la Superlega debbano essere risolti in modo diverso”, ha detto, riferendosi ai crescenti debiti dei top club europei. “Devi andare alla radice del problema: non puoi spendere più denaro di quanto guadagni. Ciò richiede la regolamentazione degli stipendi dei giocatori, delle commissioni di trasferimento e delle commissioni degli agenti”, ha detto Hainer.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Загрузка...
Related Posts
Total
1
Share