Un’Isola digitale, le nuove sfide del marketing in un evento a Cagliari

Un’Isola digitale. In un periodo di grande movimento nel mondo dell’innovazione in Sardegna fioccano le iniziative che mettono a confronto la “scena” locale con le eccellenze nazionali e internazionali. Digital Island è uno di questi appuntamenti. Si svolgerà il 30 giugno nella sala conferenze del T Hotel a Cagliari e avrà un focus sulla comunicazione digitale e sul digital marketing, insieme ai top manager dei migliori brand globali. Lo promuove Queryo, una delle agenzie leader del settore a livello internazionale, in collaborazione con Innois e la Fondazione di Sardegna. Professionisti e manager si racconteranno di fronte al pubblico e metteranno a disposizione le loro competenze e le loro storie. “Digital Island è soprattutto un’occasione di incontro e condivisione – dice Roberto Pala di Queryo -, un luogo in cui professionisti e appassionati di digital marketing avranno modo di conoscersi, ricevere e dare stimoli alla propria passione, scambiarsi idee ed esperienze, e aprire le porte a nuove opportunità di formazione e crescita professionale”.

L’evento ha tre focus principali. La formazione, con incontri che approfondiranno l’evoluzione e la trasformazione del digital marketing, analizzando “best practice” e “case history” di successo. Il networking, con la possibilità di favorire il confronto e lo scambio di idee tra i partecipanti. E ovviamente l’innovazione: riflessioni su nuovi scenari e sfide aperte del mercato. Sono dodici gli speaker che si alterneranno sul palco a partire dalle 9:30. Apre i lavori Pala, ceo e fonder di Queryo. Alle 10 appuntamento dal titolo “Life after sweatpants”, trend del domani ed evidenze da Google, con gli interventi di Silvia Cocciolillo e Luca Senatore, rispettivamente Agency development e Head of agency del Google emea headquarter. Il talk vuole essere un momento di riflessione e un’occasione per stimolare un dibattito sui trend del futuro, su come intercettarli e valorizzarli in modalità condivisa. Attraverso le lenti di Google, verranno inoltre presentate le ultime novità del settore – a partire dal concetto di multisearch – i nuovi archetipi di consumatore e come le aziende di oggi devono e possono evolvere il proprio marketing mix per cogliere le opportunità e le sfide dei prossimi anni. Alle 10:40 nuovo speech di Pala sul ruolo dei dati nel digital marketing, mentre alle 11:50 un caso studio sul modo in cui i social media possono supportare il mondo dei veicoli industriali, insieme a Francesco Sonzogni, marketing manager di Volvo Trucks. Luca Gerini – ceo e managing director di Interflora – risponderà alla domanda. quando è nato veramente il q-commerce (ovvero consegna ultimo miglio e “same day”)?. 

Si riparte alle 14:30 con “Coming soon” insieme a Davide Franco (ceo e founder di Gioiapura) per poi proseguire con Francesca Fadda e Carlo Guidarelli, rispettivamente vicepresidente e cto di CFadda, per l’incontro dal titolo: “Dalla digitalizzazione al drive to store: CFadda e l’omnicanalità”. Ancora casi di studio con “L’evoluzione digitale di Chicco”, insieme alla international digital project manager dell’azienda, Valeria Mascetti. Andrea Chiozzi, ceo di Privacy lab, proverà a illustrare una strategia possibile tra obblighi del regolamento generale della protezione dei dati e necessità di fare marketing digitale. Dalla scelta degli strumenti, passando per il corretto utilizzo con l’obiettivo di mantenere il controllo sulle attività proattive di marketing evitando potenziali waterloo sia commerciali sia sanzionatorie. Un altro case history con Prénatal, scelto da Google come uno dei quattro migliori progetti di e-commerce: l’omnichannel director, Marco Massara, racconta come l’azienda è riuscita a stare vicina ai clienti durante la pandemia, come Prénatal ha reagito e quali strategie ha messo a terra per rispondere alla situazione. Infine la conclusione dell’evento, affidata a Pala di Queryo e a Carlo Mannoni, direttore generale della Fondazione di Sardegna. Per registrarsi ecco il link.

Contenuto in collaborazione con la Fondazione di Sardegna

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
16
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
16
Share