“Montagna e casa, umanità e arte”. Da Joias un tappeto in omaggio a Maria Lai

Si porge allo sguardo con la gentilezza di cromie pastello tra l’azzurro e il bianco, ma il tema è fiero come il paese di cui propone nette fattezze: il tappeto Omaggio a Maria Lai, radicato sul disegno di Stefania Spanu, fresco di minuziosa orditura della Cooperativa tessile Su Marmuri di Ulassai, è proprio un quadro. Se infatti riproduce un frammento cruciale dell’attività dell’artista cui è dedicato, al tempo stesso serba un enigma proprio, un’identità essenziale che gli conferisce lo statuto di una personalità. Molto più di un’emulazione o una rivisitazione, il tappeto veste da sé la caratura di un’opera artistica.  


Binomio tra spessore materico e scrigno di memoria, intreccio d’arte e abilissima maestria, il tappeto è il racconto di quella Ulassai che, nel settembre del 1981, si rese primo paradigma formidabile dell’Arte relazionale, quando tutto il paese, vinte le diffidenze iniziali, assecondò infine con fervore l’idea di Maria Lai di congiungerlo con un nastro alle vette calcaree che lì grandeggiano, incoronandolo. Un’opera corale assurge così a simbolo esemplare di complicità e appartenenza tra persone, natura e arte.


Se sul tappeto l’azzurro del nastro è una linea decisiva, che nella struttura a zigzag lo attraversa da un estremo all’altro, nella storia quell’interminabile filo fu l’esito di rotoli di tele di jeans, dono generoso del merciaio del paese quando espresse fiducia nel progetto dell’artista.
Eppure, mentre nella sobrietà del quadro la striscia di tessuto è una linea geometrica senza interruzioni, il nastro vero, in quel giorno emblematico, transitò di casa in casa in modo frastagliato: nodi laddove fiorivano legami di amicizia, semplice passaggio a segno di mutua ostilità.
E poi, eccoli, svettano i monti, a cingere le case stilizzate sul tappeto in tanti rettangoli ritmati nella composizione ad alternanze, a volte sovrapposti.
Congegnato dalla creatività di Joias, il tappeto è pregiato anche al tatto: la tecnica della tessitura ne detiene l’armonia complessiva, nel solido dettaglio tracciato dal tutto pieno e semipieno dei pibionis.

Montagna e casa, umanità e arte. Drappo celestiale a stilizzare cuore e memoria.

Angelica Grivel Serra

contenuto in collaborazione con JOIAS

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
32
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
32
Share