Comunicazione della scienza: l’esperienza del 10Lab arriva a Trieste

C’è un pezzo di Sardegna oggi a Trieste, dove si sta svolgendo il Convegno nazionale di comunicazione della scienza. Organizzato dalla Sissa (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati) per oltre dieci anni, poi interrotto e ora ripartito, il convegno si propone come uno dei punti di riferimento nazionali per migliorare la qualità dei rapporti tra scienza e società di fronte ai passaggi cruciali del nostro tempo.

A rappresentare la Sardegna saranno Gianluca Carta e Giacomo Sanna, che gestiscono il 10LAB di Sardegna Ricerche, il primo e l’unico science centre gratuito in Italia. In una tavola rotonda racconteranno l’esperienza di successo del modello didattico del centro: partito con l’organizzazione delle visite e dei laboratori delle classi scolastiche di tutti i gradi nella sede del Parco scientifico e tecnologico di Pula, il progetto si è poi allargato uscendo dalle sue mura e portando le attività nelle scuole dei piccoli – e spesso isolati – Comuni sardi. Così il Science bus ha trasferito la creatività, l’innovazione e la scienza in tutte le Province isolane.

“L’inclusione sociale resta uno degli obiettivi di Sardegna Ricerche – spiega Maria Assunta Serra, direttore generale di Sardegna Ricerche – per questo grazie a Sardegna Ricerche ogni attività organizzata dal 10LAB, che sia rivolta alle scuole o al pubblico, è completamente gratuita”. “Non solo. Se da un lato le visite in presenza continuano a rappresentare la forma di interazione con il pubblico più frequente e auspicabile, dall’altro puntiamo a raggiungere pubblici che per varie ragioni non frequentano i musei”, sottolinea Serra.

Un successo tale per il team del primo science centre in Sardegna, che in queste settimane continuano ad arrivare richieste da parte degli insegnanti per portare i loro studenti a Pula e per ricevere una visita del Science bus nella propria scuola.

“Gli insegnanti sono molto contenti di vedere che le tecniche di apprendimento alternative aiutano la didattica e lo sviluppo del pensiero critico nei bambini e ragazzi, e ora vogliono imparare ad applicarle direttamente – aggiungono Carta e Sanna -. Così quest’anno abbiamo introdotto un nuovo asset nella programmazione, il training per i docenti ed educatori: il 25 e 26 novembre è in programma un corso di formazione che in pochi giorni è andato sold out, abbiamo ricevuto tantissime richieste”.

Intanto le attività del 10LAB non si fermano e continuano a viaggiare in rete con il progetto 10LAB On Air: in un sito a disposizione prodotti multimediali come video, podcast e animazioni legati al mondo dell’innovazione, fra storie, racconti e spettacolari esperimenti.

Total
12
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
12
Share