Vaccini in Sardegna, pronti 33 team. Intesa con infermieri, 6 milioni di fondi

“La Regione Sardegna, dopo un confronto con il NurSind, ha stanziato un finanziamento totale di 6 milioni per le prestazioni aggiuntive degli operatori sanitari che si organizzeranno in 33 team, dislocati in tutti i presidi dell’isola, per lo screening sulla popolazione e per portare avanti il piano vaccinale”. A dare l’annuncio è Fabrizio Anedda, segretario e coordinatore regionale del sindacato delle professioni infermieristiche. “Siamo molti soddisfatti del risultato ottenuto grazie alla collaborazione con l’assessorato regionale della Sanità e l’Ats, nella persona del commissario straordinario Massimo Temussi, per dare vita a un piano vaccinale e di screening della popolazione, in riferimento al Covid-19, su tutto il territorio della Sardegna.

“In tutta Italia il Governo ha stanziato dei fondi per le prestazioni aggiuntive – ha aggiunto -: era necessario che la Regione Sardegna, in uno stato di emergenza sanitaria dettato dalla pandemia, come questo nel quale siamo costretti da un anno, con una pressione sulle strutture sanitarie e sui professionisti del settore, liberasse e autorizzasse l’uso di questi fondi, che sono peraltro previsti”. Nel frattempo, secondo quanto apprende l’Ansa, sono arrivati oggi in Sardegna circa 16mila dosi di Pfizer per proseguire la campagna di vaccinazione alle categorie fragili o a rischio, mentre il vero e proprio piano vaccinale inizierà a marzo. Sulla base del report nazionale, in tempo reale, la Sardegna ha somministrato il 59,7 per cento delle dosi, cioè 76.362 su 128.000 consegnate.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
1
Share