Diossina nel latte del Sulcis: prima c’è, poi scompare. Ora indaga la Procura

La Procura di Cagliari indaga sul caso della diossina nel latte riscontrata nel Sulcis a inizio 2014. La notizia si legge su L’Unione sarda oggi in edicola. I risultati delle prime analisi avevano portato allo stop alla vendita di latte, carne e verdure a Portoscuso, per ordinanza del sindaco. Dopo pochi mesi, però, la diossina era totalmente scomparsa, nessuna traccia. Almeno, sulla carta. Da qui il fascicolo redatto dagli ispettori della Forestale finito sul tavolo del pm Enrico Lussu. L’ipotesi, da verificare, è che il secondo rilievo sia stato fatto su campioni “puliti”, ossia arrivati da un altro allevamento da zone non inquinate.

Da gennaio a luglio dello scorso anno la situazione si ribalta: dal divieto di macellazione e di commercio di uva, peperoni e zucchine (e il conseguente danno alle aziende del Sulcis) al via libera totale. Grazie alle analisi eseguite dalla Asl e dall’Istituto zooprofilattivo. Un terzo esame, affidato all’Ispra, da un dirigente ministeriale è di fatto al palo.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share