Porto Torres, darsena dei veleni: per gli 8 dirigenti Syndial rito abbreviato

Svolta nella vicenda giudiziaria scaturita dalle indagini sulla “darsena dei veleni” di Porto Torres, per cui otto dirigenti Syndial sono accusati di disastro ambientale colposo e deturpamento delle bellezze naturali. Di fronte al gup di Sassari, Antonello Spano, il pool difensivo ha scelto di ricorrere al rito abbreviato, evitando il rinvio a giudizio e accelerando un verdetto che dovrà essere emesso sulla base dello stato attuale degli atti. Il gup ha già fissato per il 22 gennaio la discussione del sostituto procuratore e delle parti civili, che proseguiranno il 26 gennaio. Il 27 gennaio la difesa e nella stessa giornata ci sarà la sentenza.

I nomi. Alberto Chiarini, Francesco Papate, Oscar Cappellazzo, Gian Antonio Saggese, Francesco Leone, Daniele Ferrari, Paolo Zuccarini e Daniele Rancati secondo l’accusa sarebbero colpevoli “per non aver adottato le opportune cautele” e avere “cagionato un disastro ambientale per lo sversamento in mare di sostanze inquinanti”. Contro i vertici Syndial si sono costituiti parte civile il ministero dell’Ambiente, l’assessorato regionale dell’Ambiente, il comune di Porto Torres, i comitati “No chimica verde – No inceneritore” e “Tuteliamo il Golfo dell’Asinara”, l’Associazione protezione animali, natura e ambiente, la Lega anticaccia, l’armatore algherese Cesare Goffi e i fratelli Giovanni e Alessandro Polese, titolari di un cantiere nautico vicino alla zona in cui, secondo il pm, sarebbero stati scaricati per anni veleni industriali di ogni genere.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share