Vela, Andrea Mura ancora primo alla regata transoceanica Ostar

Andrea Mura ancora primo alla Ostar, la “freddissima” regata transoceanica, già vinta dallo skipper cagliaritano nella precedente edizione. Vento di Sardegna ha doppiato l’occhio della pericolosa depressione islandese. Ma ieri le condizioni meteo – forza 8 – hanno creato qualche problema all’imbarcazione con i Quattro mori, per fortuna non in grado di compromettere la gara. I danni hanno riguardato l’antenna Vhf, un candeliere in titanio e la capotta “inventata” dallo skipper per non prendere troppo mare in faccia.

Oggi la situazione meteo-marina è leggermente migliore, ma non è il caso di abbassare la guardia: l’imbarcazione sbanda e il vento si mantiene teso. Primo step superato. Ora gli ostacoli più pericolosi da evitare sono due: le balene e gli iceberg. “Superati questi step – spiega Andrea Mura – ci saranno poi due grosse depressioni in formazione durante l’avvicinamento verso Newport. Sarà importante riuscire ad aggirarle per evitare i venti contrari”. C’è anche un record da battere, quello sui monoscafi detenuto da Giovanni Soldini dal 1996.

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share