Su Nuraxi di Barumini e Cala Luna sbarcano all’Eurovision Song Contest di Torino

Una vetrina d’eccezione, sicuramente per i numeri del pubblico previsto: tutta l’Europa. Così il sito archeologico di Barumini e l’insenatura di Cala Luna a Baunei e Dorgali appariranno in diretta all’Eurovision Son Contest 2022 che si svolgerà quest’anno in Italia, a Torino.

La kermesse musicale si svolgerà il 10, 12 e 14 maggio e durante le serate andranno in onda sul mega schermo sul palco le cartoline dai luoghi più belli d’Italia, all’interno del progetto scelto dagli organizzatori per lanciare nel mondo i luoghi più belli e suggestivi del Paese. La cartolina di Su Nuraxi e Barumini sarà la prima in scena al Palaolimpico di Torino nella serata di apertura tra le 40 località italiane individuate per raccontare le grandi bellezze artistiche, naturali e paesaggistiche del Paese durante le esibizioni dei cantanti in gara.

“Siamo orgogliosi di questa ulteriore occasione per poter rappresentare la Sardegna in ambiti di questa importanza e far arrivare in tutto il mondo le immagini dei nostri siti – commenta Emanuele Lilliu, presidente della Fondazione Barumini Sistema Cultura – poter essere presenti in un contesto internazionale di questo livello, seguito da milioni di spettatori, è per noi motivo di grande soddisfazione e permetterà di veicolare il volto più suggestivo e incontaminato delle bellezze archeologiche, culturali e naturali del nostro territorio”.

A mostrare al mondo i gioielli del territorio sarà il drone “Leo” che sorvolerà i luoghi scelti partendo proprio da Barumini. Le immagini catturate dal drone saranno abbinate ad ognuno dei 40 Paesi partecipanti all’Eurovision e per Barumini l’unione sarà con l’Albania, primo Paese in gara il 10 maggio. Su Nuraxi sarà uno dei due siti scelti per rappresentare la Sardegna, l’altro luogo sarà Cala Luna, Dorgali e Baunei e il Golfo Orosei (abbinato alla Macedonia del Nord).

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
167
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
167
Share