Sassari, il jazz ritorna al Teatro Verdi con i concerti aperitivo

Dopo la pausa forzata dello scorso anno, ritorna al Teatro Verdi di Sassari, dal 5 al 19 dicembre, la manifestazione ‘(to) be in Jazz – I Concerti Aperitivo’, appuntamento tra i più attesi del periodo natalizio, giunto quest‘anno alla ventesima edizione. Sul palco dello storico teatro cittadino saranno tre gli appuntamenti domenicali (5 – 12 e 19 dicembre), con doppi concerti.

Domenica 5 dicembre alle 11 e in replica alle 18 la manifestazione si apre con un progetto artistico legato alla ricorrenza dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri. ‘L’Inferno’ è il nome del progetto scritto da Mario Raja, che dirigerà l’Orchestra Jazz della Sardegna nella sonorizzazione dell’omonimo film del 1911 di Francesco Bertolini, Adolfo Padovan e Giuseppe De Liguoro.

Il lungometraggio, che sarà proiettato integralmente durante l’esecuzione, è un autentico capolavoro; tecnicamente avveniristico, visivamente ispirato alle arcinote illustrazioni della Divina Commedia ad opera di Gustave Doré, è tutt’ora apprezzato per gli stupefacenti effetti speciali, tenuto ovviamente conto dell’abbondante secolo trascorso. 

Questa rappresentazione dei personaggi più incisivi incontrati da Dante, con la guida di Virgilio, nell’Inferno, viene musicata dalle composizioni originali di Raja per l’Orchestra sassarese che eseguirà, con la voce della cantante e attrice Federica Santoro, partiture fortemente intinte di jazz che possono essere descrittive oppure agire per contrasto, conservando comunque una sorprendente attinenza con la visionarietà delle immagini ed evidenziando le caratteristiche dei solisti dell’Orchestra.

Domenica 12 dicembre, sempre con doppio appuntamento alle 11 e alle 18, l’Orchestra Jazz della Sardegna presenterà ‘Verdi & Puccini in Jazz’ con la direzione di Pino Jodice, che ha orchestrato per big band,insieme a Bruno Biriaco, arie e melodie tratte da opere dei due immortali compositori. Il progetto è ideato dalla cantante Cinzia Tedesco, talento della vocalità jazz internazionale, e nasce come omaggio all’Opera. 

La rassegna “(to) be in Jazz” si concluderà con il doppio appuntamento domenica 15 dicembre, con la presentazione del progetto ‘Di cosa vive l’Uomo? – La Musica di Kurt Weill‘, esplorazione dell’affascinante repertorio del compositore tedesco, universalmente conosciuto per la storica collaborazione con Bertolt Brecht ne ‘L’Opera da Tre Soldi’. Come accade per buona parte della produzione musicale di Weill, anche questo concerto è inscindibile dall’elemento teatrale, qui esaltato dalla presenza di Peppe Servillo.  La voce di Servillo non sarà l’unica; in un dialogo di armonie non solo vocali, il musicista partenopeo interagirà con la cantante Costanza Alegiani. Gli arrangiamenti di Luigi Giannatempo sono stati scritti appositamente per l’organico dell’Orchestra Jazz della Sardegna, che sarà diretta per l’occasione da Marco Tiso. 

I titoli di ingresso agli spettacoli saranno disponibili in prevendita presso il Teatro Verdi di Sassari via Politeama dal Lunedi al Venerdì dalle 17 alle 20, oppure online su www.abno.com. Il costo del biglietto per il singolo concerto è di 12 euro, l’abbonamento ai tre concerti costa 30 euro.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
9
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
9
Share