Salone del libro, l’Isola protagonista con la Sardegna nuragica e Mont’e Prama

La grande statuaria della Sardegna nuragica e i Giganti di Monti Prama. La statura di accademico dei Lincei e archeologo di Giovanni Lilliu è stata al centro della giornata di incontri e appuntamenti all’interno dello stand della Regione Sardegna, al Salone del libro di Torino. “Siamo tornati qui a Torino dopo due anni in cui la pandemia ci ha impedito di essere presenti”. Lo ha sottolineato il direttore generale dell’assessorato della Cultura, Renato Serra. “Quando con l’assessore Andrea Biancareddu abbiamo ipotizzato il tema che la Regione Sardegna avrebbe voluto pubblicizzare nello stand, abbiamo pensato a due fatti importanti che dovevamo raccontare. Il primo era quello della creazione della Fondazione Mont’e Prama in cui la Regione è partner e socio fondatore, insieme al Ministero ed al Comune di Cabras. Il secondo fatto era il decennale di Giovanni Lilliu. Quest’anno abbiamo deciso di promuovere i libri editi in Sardegna, ma dando una particolare attenzione e una giusta sottolineatura al patrimonio archeologico della Sardegna, al patrimonio di Mont’e Prama e a tutte le altre bellezze che la Sardegna può offrire a chi viene a trovarci”.

Nel corso della giornata, tra gli appuntamenti più importanti anche la saga di Tharros, città fenicia. Della sua storia antica si è discusso in un dibattito promosso da Fondazione Mont’e Prama. Tra le altre iniziative, da sottolineare le 45 interviste più una a Giuseppe Dessì, epistolario, promosso dalla stessa Fondazione Giuseppe Dessì e Vent’anni di fotografia in Sardegna. Più che una raccolta un racconto per immagini, dove La Sardegna è assoluta protagonista. La Fiera del Libro di Torino chiuderà i battenti domenica prossima.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
14
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
14
Share