Nasce il premio ‘Donne di scienza’: università unite per la parità di genere

Donne ancora ai margini nella ricerca e nelle pubblicazioni scientifiche. E condizionata negli stereotipi. Qualche passo avanti rispetto al passato è stato fatto, ma ancora il problema resta. Anche per questo l’associazione ScienzaSocietàScienza promuove il premio ‘Donna di Scienza’ in Sardegna. C’è il patrocinio delle Università di Cagliari e Sassari. Il riconoscimento sarà assegnato a figure femminili che abbiano contribuito a dare prestigio e avanzamenti alla Sardegna in campo scientifico. “Si tratta di una bella idea – commenta la rettrice di Cagliari Maria Del Zompo -, perché quello che manca e di cui c’è assoluta necessità è dare visibilità a esempi di figure femminili che raggiungono livelli apicali, che sono poche ma sono anche nascoste. Questo premio vuole essere un segnale di incoraggiamento alle giovani generazioni”.

Parole che vanno a braccetto con quelle che arrivano dall’altro ateneo dell’isola. “Dobbiamo lavorare per una parità di genere effettiva che nella scienza, così come nel linguaggio, nella politica e in molti altri campi, non è ancora realtà – spiega il rettore di Sassari, Massimo Carpinelli -. Mi è sembrato pertanto doveroso dare il patrocinio dell’ateneo a quest’iniziativa, certo che azioni come questa contribuiranno progressivamente a superare ogni forma di discriminazione contro le donne”. Le candidature potranno essere presentate dalla persona interessata al ricevimento del premio o da persone terze come i membri del gruppo organizzatore del premio, i direttori di dipartimenti universitari scientifici di Cagliari e di Sassari, i dirigenti scolastici delle scuole sarde, il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna, i direttori dell’Infn sezione di Cagliari e dell’Inaf-Oac. Le candidature dovranno pervenire entro il 30 settembre prossimo.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
80
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
80
Share