“Mal di Luna”, alla ricerca di una meta: quei sogni sospesi tra l’Isola e l’Europa

Una storia che ne racconta tante. Un’esperienza personale ma valida per tantissimi giovani che ogni giorno faticano e sognano alla ricerca del proprio posto nel mondo. Una storia che potrebbe essere stata scritta da un siciliano, da un calabrese o da chi è nato in uno qualunque di quei luoghi che spesso non sono all’altezza dei propri giovani. Invece arriva dalla Sardegna.

Si intitola Mal di Luna il primo libro scritto da Marco Deplano, giurista con varie esperienze professionali all’attivo, e pubblicato da Condaghes.  Un romanzo di formazione: oltrepassata la soglia dei trent’anni, un ragazzo ripercorre le tappe fondamentali della propria vita tra passione politica, lunghi anni di studio e una corsa verso un traguardo – umano e professionale – in costante mutamento. La meta si sposta sempre, per necessità o curiosità. Questa in estrema sintesi la trama che porta il lettore a immedesimarsi, tra le righe di un racconto intimo e sincero, nelle vicissitudini e avventure del protagonista che avvengono tra Roma, Milano,  Bruxelles, Francia, la Finlandia e la Sardegna dove tutto è iniziato.

Come sottolineato nella prefazione a cura di Stefano Mentana “esistono avventure fatte di esperienze apparentemente comuni, vissute ogni giorno da tutti quei giovani che cercano di capire quale sia il proprio posto nel mondo, in una società sempre più liquida e dispersiva in cui bisogna saper scendere a compromessi e reinventarsi in base alle proprie necessità. È proprio la ricerca del proprio posto nel mondo che muove l’anonimo protagonista di Mal di Luna, una ricerca che avviene quasi come una missione da perseguire in qualsiasi modo, scendendo a patti con la necessità di cambiare città, di adattarsi a un nuovo lavoro, a confrontarsi con le più diverse realtà. Tutto questo per raggiungere con determinazione quella che è la sua stella polare: un sogno che, per paradosso, neanche lui sa bene quale sia, se non una generica affermazione”. A.D

[L’immagine di copertina è di Alessandro Congiu]

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
5
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
5
Share