La musica per riscoprire il territorio, nasce Cartoline sonore a Viddalba

Una rassegna di musica contemporanea che, attraverso uno sguardo attento verso il territorio che la ospita, propone un musicale alla scoperta di alcuni dei luoghi più suggestivi del Comune di Viddalba. Si tratta di Cartoline sonore, festival alla sua prima edizione organizzato dall’associazione culturale Sonos & Sounds. Tre appuntamenti, tra luglio e settembre, per una serie di concerti internazionali che accompagneranno le visite guidate al Mav, i trekking storico-naturalistici, le sessioni di yoga e i laboratori per i più piccoli, in un percorso che coniuga musica, arte e rispetto per l’ambiente. Il paesaggio naturale e i luoghi d’arte rappresenteranno così un’estensione degli spazi convenzionali della musica, in cui fermarsi ad ascoltare e a riscoprire il ritmo lento della natura.

Ed è proprio partendo da quest’ottica di riscoperta del territorio attraverso la musica, che
si è deciso di annullare la distanza tra gli artisti e il pubblico, eliminando palchi e pedane, lasciando che i concerti si svolgano “a terra”, in piena sintonia con gli elementi naturali. La rassegna partirà ufficialmente il 3 luglio, dal santuario medievale di San Leonardo. La manifestazione si aprirà alle 19 con la degustazione delle eccellenze eno-gastronomiche del territorio e proseguirà con il concerto del duo Italo-cnadese Ealus che, con chitarra acustica, clarinetto e percussioni, accompagnerà i canti in gallurese della talentuosa Giorgia Gungui. A seguire, Il musicista e produttore tedesco Sven Helbig, i cui lavori sono stati pubblicati anche dalla prestigiosa label tedesca Deutsche Grammophon, si esibirà insieme al quartetto composto da Corrado Masoni al violino, Dimitri Mattu alla viola, Robert Witt al violoncello e Clorinda Perfetto al pianoforte.

Il 2 agosto le terme di Casteldoria costituiranno il teatro naturale del secondo appuntamento di Cartoline sonore che verrà inaugurato dal compositore, produttore e polistrumentista Sebastian Plano. Il musicista argentino è stato candidato di recente a un Grammy awards per la colonna sonora Everything, un altro suo lavoro è stato inserito nella lista degli Oscar per il miglior cortometraggio d’animazione ai 90th Academy awards. Con il suo violoncello, regalerà al pubblico sonorità raffinate ed evocative. Le luci del tramonto illumineranno poi il concerto del compositore Stefano Guzzetti, che vanta oltre 32 milioni di ascolti su tutte le piattaforme di streaming e ha fatto tournée negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone. Ha lavorato per Dolce & Gabbana, che ha scelto la sua musica per la colonna sonora dell’evento D&G 2017 a Palermo, girata dal regista premio Oscar Giuseppe Tornatore. Guzzetti sarà accompagnato dal violoncellista Gianluca Pischedda per presentare il loro nuovo lavoro “Facing the sea”.

La rassegna si concluderà il 4 settembre nel bellissimo Parco archeologico-naturalistico di San Giovanni con il concerto del giovane musicista Ed Carlsen che ha da poco firmato un contratto discografico per la Sony. Chiuderà la serata il pianista italiano Federico Albanese il cui ultimo album, Before and now seems infinite, è stato pubblicato da Mercury Kx, etichetta tedesca di proprietà del gruppo Universal, casa di artisti dello spessore di Ólafur Arnalds e Jonny Greenwood dei Radiohead solo per citarne alcuni. Il dialogo tra musica e spazi naturali rappresenterà certamente il filo conduttore dell’intera rassegna, il cui intento è quello di abbracciare un pubblico vasto e intergenerazionale. A questo proposito sono state inserite, all’interno di ciascuna delle tre giornate attività come: laboratori per bambini, escursioni diurne e notturne, pratiche yoga e visite guidate al Museo archeologico di Viddalba che, per l’occasione, resterà aperto al pubblico sino alla mezzanotte.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
3
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
3
Share