Il nuovo Sardinia Post magazine, la finestra aperta sulle eccellenze dell’Isola

È arrivato nelle edicole di Cagliari il Sardinia Post Magazine, il numero 33 di agosto/settembre. Diretto come sempre da Guido Paglia, il bimestrale della nostra testata racconta l’Isola, le sue produzioni di eccellenza, il paesaggio, la cultura e la musica. Un viaggio in 84 pagine, un altro, dove a fare da bussola ci sono anche le riflessioni degli editorialisti: Nicolò Migheli, Bruno Murgia e Maurizio Onnis.

La storia di copertina, a firma di Andrea Tramonte, è l’Artigianato d’autore, quello che la professoressa Federica Vacca, chiama “resiliente” nel commento che introduce le contaminazioni tra i manufatti della tradizione e i design, una collaborazione diventata arte rivoluzionaria.

La prua si sposta così sulla Penisola del Sinis, “Dove tutto è bellezza”. Lì c’è una terra che parla di archeologia e turismo, tra i Giganti e di Mont’e Prama e spiagge da copertina. L’approfondimento è curato da Christian Sollai.

Silvia De Vita ha scritto “La meglio sardità”. Due donne e un uomo con un tratto comune:
la professione diventata una missione di vita. “Litri d’oro”, invece, è il reportage di Alessandra Carta all’ombra degli uliveti sardi, un mondo fatto di piccole produzioni ed enorme qualità.

Il dossier di questo numero si intitola “Cartolina di Cagliari”. Lo firma Cristiano Pintus, andato “Sulle tracce del diavolo” con la sua penna. L’eterna lotta tra bene e male in cima alla Sella del diavolo.

In “Posseduti dalla scrittura”, Ignazio Caruso apre la finestra sulla Sardegna terra di letteratura.
Otto nomi per una generazione di nuovi autori. E tutti sono stati intervistati per dire la loro sul fermento culturale della nostra Isola. Caruso ha curato, come sempre, anche la rubrica dedicata ai libri: sotto la lente l’ultimo romanzo di Cristian Mannu.

Con “Bella bionda”, Manuel Scordo porta i lettori e le lettrici nel mondo della birre artigianali da produzioni indipendenti. È la storia di un’altra eccellenza sarda. L’ennesima.

Claudio Loi è la firma del Sardinia Post Magazine per la musica: in ogni numero, una sua recensione. Ginevra Rovelli è la firma di “Camera con vista” dedicata gli hotel. Giuseppe Carrus, giornalista specializzato in enogastronomia, è il verbo sui vini, mentre lo spazio dedicato alla cucina è il perimetro di Claudio Melis. Angela Mereu, infine, ha messo insieme gli eventi di agosto e settembre da Cagliari ad Alghero.

Il Sardinia Post Magazine si trova nelle edicole di Cagliari al prezzo di 4 euro. Sulle navi di Moby e Tirrenia il bimestrale viene distribuito ai viaggiatori e alle viaggiatrici come copia omaggio (si trova sia nelle cabine sia negli spazi comuni).

A tutti i lettori e le lettrici della nostra testata che hanno aderito alla Campagna ‘Sostienici’ attiva sul nostro giornale online all’indirizzo www.sardiniapost.it, la rivista arriverà gratuitamente via mail in formato digitale.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
4
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
4
Share