Éntula a Cagliari, Porto Torres e Ploaghe con Cotroneo e Maraini

Éntula a Cagliari, Porto Torres e Ploaghe. Oggi a Cagliari, alle 18,30, presso il Radio X Social Club – Exma in via S. Lucifero 71, Roberto Cotroneo presenterà “Chet” in dialogo con il conduttore di programmi radio jazz Stefano Fratta. All’evento, inserito anche nel ciclo di serate del Radio X Social Club “MARTEDÌ IN JAZZ & JAM”, seguirà l’esibizione del “Matteo Sedda Quartet – Chet Atmosphere”. Per partecipare è richiesta la prenotazione al numero del Radio X Social Club +393891310628. L’evento è organizzato in collaborazione con la casa editrice Neri Pozza, Radio X Social Club e la libreria Mieleamaro.

“Sospeso sul magico confine tra realtà e immaginazione narrativa, questo romanzo rivisita la storia di un mito del jazz, i suoi successi, l’antagonismo di sempre con Miles Davis, la sua fragilità umana – spiegano gli organizzatori parlando del libro di Cotroneo -. Ma è anche l’appassionato diario di un’anima, alla scoperta di quel miracolo che fa nascere, una fra milioni, una canzone immortale. Un romanzo che ameranno tutti gli appassionati di un artista che ha lasciato un segno profondo nella storia del jazz”.

SEGUI LA DIRETTA STREAMING

Mercoledì 29 giugno a Porto Torres, alle 19:30, presso l’Antiquarium Turritano in via Ponte Romano 99, Dacia Maraini presenta “Caro Pier Paolo” in dialogo con Roberto Cotroneo. L’evento è organizzato in collaborazione con Mic – Direzione Generale Musei Sardegna, casa editrice Neri Pozza, libreria Koinè Porto Torres e Studio Massaiu.

SEGUI LA DIRETTA STREAMING

Giovedì 30 a Ploaghe, alle 20, presso il cortile del Convento dei Cappuccini, Dacia Maraini replicherà la presentazione del libro sempre in dialogo con Roberto Cotroneo. L’evento è organizzato in collaborazione con la casa editrice Neri Pozza e la libreria Koinè Sassari.

“Pier Paolo Pasolini è un autore di culto anche per i più giovani. La sua è stata una vita fuori dagli schemi: per la forza delle sue argomentazioni, l’anticonformismo, l’omosessualità, la passione per il cinema, la sua militanza e quella morte violenta e oscura – spiegano gli organizzatori parlando del libro di Dacia Maraini-. Sono passati cento anni dalla sua nascita, e quasi cinquanta dalla sua scomparsa. Eppure è ancora vivo, nitido, tra noi, ancora capace di dividere e di appassionare. Di quel mondo perduto, degli amici che lo hanno frequentato, della società letteraria di cui ha fatto parte, c’è un’unica protagonista, che oggi ha deciso di ricordare e raccontare: Dacia Maraini. Dacia Maraini è stata una delle amiche più vicine a Pier Paolo. E in queste pagine la scrittrice intesse un dialogo intimo e sincero capace di prolungare e ravvivare un affetto profondo, nutrito di stima, esperienze artistiche e cinematografiche, idee e viaggi condivisi con Alberto Moravia e Maria Callas alla scoperta del mondo e in particolare dell’Africa. Maraini costruisce questa confessione delicata come una corrispondenza senza tempo, in cui tutto è presente e vivo”.

Dacia Maraini

“Nelle lettere a Pier Paolo che definiscono l’architettura narrativa del libro hanno un ruolo centrale i sogni che si manifestano come uno spazio di confronto, dove affiorano con energia i ricordi e si uniscono alle riflessioni che la vita, il pensiero e il mistero sospeso della morte di Pasolini ispirano ancora oggi all’autrice – spiegano ancora -. Lo stile intessuto di grazia e dolcezza, ma anche di quella componente razionale e ferma, caratteristica della scrittura di Dacia, fanno di questo disegno della memoria che unisce passato, presente e futuro non solo l’opera più significativa, ma l’unica voce possibile per capire oggi chi è stato davvero un uomo che ha fatto la storia della cultura del Novecento”.

[Foto Cotroneo di Alecani]

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
30
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
30
Share