Cagliari, arte e radio per l’integrazione: Carovana Smi per dialogo interculturale

Progetti dedicati alle giovani generazioni. Pensati per stimolare la creatività, ma anche per rafforzare e promuovere concetti come solidarietà, integrazione e cooperazione. Insieme ai suoi partner Carovana Smi, associazione culturale da 25 anni impegnata nella promozione del dialogo interculturale, presenta le nuove proposte.

Sono tre: ‘Officin&Ideali. Residenze in transito’, una chiamata a raccolta rivolta ad artisti sino ai 35 anni che potranno proporre i loro progetti nell’ambito delle arti visive, performative e multimediali; ‘Ang In radio Sardegna’, che propone la creazione di podcast da inserire sulla web radio dell’Agenzia nazionale per i giovani; ‘Kelenya’, una serie di azioni pensate per promuovere l’integrazione tra cittadini italiani e rifugiati, richiedenti asilo e immigrati di seconda generazione.

“L’arte – ha spiegato nella conferenza stampa di presentazione la direttrice artistica dei progetti Ornella d’Agostino, anima di Carovana Smi – è importante: è capace di creare consapevolezza”. E ha lanciato un invito “a lasciarsi sorprendere”. Con ‘Officin&Ideali. Residenze in transito’, Carovana Smi, in partenariato con le associazioni Officine filosofiche di Torino e Isolaquassùd di Catania, ha vinto uno dei quattro bandi di Per Chi Crea, programma lanciato da Mibact e Siae (Società italiana autori ed editori) per favorire la creatività e la promozione culturale nazionale e internazionale dei giovani.

‘Ang In Radio Sardegna’, invece, è un progetto di digital radio multiculturale realizzato da Carovana insieme all’Arcidiocesi di Cagliari – Caritas diocesana e all’associazione Giovani Iddocca. La prima puntata, in rete dalla prossima settimana, sarà dedicata alla Stazione di Transito, il quartier generale di Carovana, in via Dante 60 a Cagliari, dove i podcast vengono realizzati. Kelenya è già partito lo scorso 20 giugno in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
12
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
12
Share