Artisti di tutto il mondo esprimetevi. A Quartu via libera alla street art

Muri liberi, o quasi, a Quartu. Il Comune ha predisposto un regolamento che norma la street art e ne consente lo svolgimento nell’ambito del proprio territorio. Via libera quindi a murales, scritte, immagini o installazioni in luoghi pubblici, espressione di un moderna forma d’arte realizzata con materiali e tecniche grafiche di vario tipo, tramite bandi pubblici.

Il Comune di Quartu non aveva ancora un regolamento per la disciplina delle realizzazioni artistiche di strada effettuate su spazi di proprietà comunale o su spazi messi a disposizione da altri soggetti pubblici o privati. Una mancanza che ne frenava lo sviluppo e negava la valorizzazione nel territorio. Una lacuna alla quale si è posto rimedio con uno schema di regolamento approvato dalla Giunta comunale, e che andrà all’attenzione del Consiglio.

L’Amministrazione comunale individuerà i progetti da realizzare sugli spazi identificati tramite l’emissione di bandi pubblici. Per la partecipazione saranno necessarie foto dei murales eventualmente già realizzati dall’artista, un bozzetto a colori raffigurante il progetto dell’opera proposta, con indicazione dettagliata di dimensioni e tecnica di esecuzione, e la descrizione del messaggio che si intende trasmettere. Tali proposte verranno valutate da una Commissione esaminatrice, nominata secondo le norme e i regolamenti vigenti e chiamata a esprimere un parere sulla qualità artistica e l’originalità del progetto. In base ai punteggi assegnati si procederà con l’affidamento all’artista.

Gli Enti diversi dal Comune e i soggetti privati interessati a rendere disponibili i propri spazi dovranno invece presentare all’Amministrazione Comunale apposita autorizzazione, contenente l’esatta indicazione dell’ubicazione e documentazione fotografica riproducente lo spazio stesso. La realizzazione delle opere sarà comunque a carattere gratuito.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
81
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
81
Share