Violento incendio nella notte a Budoni, evacuate 200 case di villaggi turistici

Un violento incendio è scoppiato intorno alle 22.30 vicino a Budoni costringendo ad evacuare circa 200 case di due villaggi turistici, Matt’ e Peru e Sa Raiga. Il Comune ha aperto l’anfiteatro comunale Andrea Parodi per ospitare un centinaio di turisti in attesa di rientrare nelle loro abitazioni, ai quali sono stati anche forniti acqua, mascherine e disinfettanti.

Le fiamme nel borgo costiero di Tanaunella sono state spente stamattina dalle squadre a terra del Corpo forestale dell’agenzia Forestas dei vigili del fuoco, dai barracelli e volontari. Alle prime ore del mattino alcuni dei cento ospiti hanno potuto fare rientro nelle loro abitazioni, mentre una trentina tra bambini e anziani sono stati collocati in delle strutture alberghiere della zona. Aperta intorno alle 4 la statale 125 che collega Budoni con Posada chiusa a causa delle fiamme arrivate a ridosso della strada, dove hanno operato Polizia stradale e Carabinieri.

Intorno alle 7 sono partiti i lanci di due elicotteri del Corpo forestale delle basi di Farcana e Alà dei Sardi ed è in arrivo un Canadair per la bonifica completa dell’area. Secondo una prima stima dei tecnici del comune di Budoni sarebbero andati in fumo circa 60 ettari. “Devo ringraziare per l’ottimo lavoro svolto tutta la macchina della Protezione civile regionale che ha operato per ore riuscendo a preservare l’incolumità delle persone e a impedire che il fuoco si avvicinasse pericolosamente nei villaggi turistici – ha detto all’Ansa il sindaco di Budoni, Giuseppe Porcheddu -. Il rischio che le fiamme superassero la zona a monte della 125 e arrivasse a ridosso delle case era concreto, ma il grande lavoro degli uomini in campo lo ha impedito. Ringrazio inoltre le forze dell’ordine, la polizia municipale e i colleghi dell’amministrazione comunale – ha concluso il primo cittadino – che hanno assistito nel migliore dei modi le persone evacuate fino al rientro a casa o in albergo”.

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
28
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
28
Share