Vendita di Budelli, il ministro Clini: “L’isola non andrà all’asta”

Sulle sorti della splendida isola di Budelli interviene anche il ministro dell’ambiente Corrado Clini: “Non possiamo permettere che una ricchezza paesaggistica di valore inestimabile come l’isola di Budelli possa essere ceduta al miglior offerente e ci impegneremo a trovare una soluzione al più presto, attingendo alle migliori idee e iniziative pubbliche e private”.

Clini è voluto intervenire in merito all’annuncio della messa in vendita dell’isola dell’arcipelago della Maddalena, affermando che il Ministero dell’Ambiente farà “qualsiasi passo per salvare l’isola”. I

Il tentativo di vendere l’isola non è nuovo ma gli aventi diritto – un agente immobiliare di Olbia e il vecchio custode -, non demordono  ed hanno chiesto al magistrato, che da anni segue la fase post fallimentare della immobiliare milanese proprietaria dell’isola, di valutare l’intera area per poterla vendere.

“In realtà l’isola, che si estende per circa un chilometro e mezzo quadrato di vegetazione mediterranea, priva di fonti d’acqua e che ospita una variegata serie di rettili e uccelli, è sottoposta a vincoli paesaggistici, ambientali e idrogeologici d’ogni genere e assoggettata alle ferree regole del parco nazionale dell’arcipelago della Maddalena, che impediscono l’approdo, il transito e l’ormeggio a centinaia di metri dalla celebre spiaggia rosa”.

“Nessuna pietra dunque potrebbe essere spostata” ma, la procedura esecutiva continua il suo corso e, se non si dovesse intervenire, potrebbe arrivare presto alla vendita. “Il ministero per l’Ambiente che ha diritto di prelazione sull’isola – ribadisce Clini – farà ogni passo necessario per fare in modo che questo bene possa diventare ‘di proprieta” di tutti i cittadini”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share