Siccità, allarme Coldiretti: migliaia di animali senz’acqua nel Nord dell’Isola

Migliaia di animali e decine di aziende sono rimaste senza acqua in Nurra a causa della siccità. Un’emergenza che ha portato Coldiretti Nord Sardegna, con una delegazione di allevatori guidata dal presidente Battista Cualbu, ad incontrare a Sassari in Municipio, insieme al presidente del Consorzio di bonifica della Nurra, Gavino Zirattu, il sindaco Nanni Campus e il comandante dei vigili urbani e responsabile della Protezione civile locale, Gianni Serra. Il 2022 – secondo uno studio della Coldiretti – si classifica nel primo semestre in Italia come l’anno più caldo di sempre con una temperatura addirittura superiore di 0,76 gradi rispetto alla media storica ma si registrano anche precipitazioni praticamente dimezzate con un calo del 45 per cento.

Uno stravolgimento, che seppure in Sardegna è attenuato nelle superfici attrezzate all’irrigazione grazie ad un sistema di invasi (in Sardegna c’è il numero maggiore di dighe in Italia) e alle loro interconnessioni che non ha necessitato al momento dei razionamenti, sta comunque colpendo gli altri territori. Nella Nurra, dove sono presenti diversi pozzi artesiani, questa grande siccità ha lasciato gli allevatori, come mai era successo prima, a secco, senza acqua né per uso zootecnico né domestico (diversi allevatori vivono con la famiglia in azienda). “È necessario un intervento immediato perché l’estate è ancora lunga e non si possono lasciare le famiglie e gli animali senza acqua – afferma Cualbu -. Si tratta di uno stato di emergenza. Abbiamo trovato un interlocutore sensibile e attento nel sindaco di Sassari che si è detto pronto ad avviare tutte le procedure per dare risposte agli allevatori”. Si tratterebbe di sostenere i costi di trasporto dell’acqua che il Consorzio di bonifica attraverso il presidente Gavino Zirattu, vista l’emergenza, garantirà gratuitamente, ma che occorre portare nelle aziende sia per uso domestico che zootecnico. “Il Consorzio di bonifica della Nurra è pronto per venire incontro alle aziende in difficoltà e lo farà subito”. assicura Zirattu.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
3
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
3
Share