Si brinda alla prima Doc sarda. Nasce il Consorzio della Vernaccia di Oristano

Un vitigno unico al mondo, citato sin dai tempi dei poeti Giovanni Boccaccio e Dante Alighieri. La nascita del Consorzio di tutela e valorizzazione della Vernaccia di Oristano è già storia, perché è la prima Doc sarda.

Presentato nella sede Coldiretti di Oristano, è il punto di arrivo di un’esperienza partita dall’Ecomuseo multimediale, la rete di produttori impegnata nella promozione e tutela dell’antico vitigno, fondata da Davide Orro, dell’azienda Famiglia Orro e con sede a Tramatza. Del Consorzio è presidente Mauro Contini, dell’azienda vinicola Contini. Il vice è Davide Orro e i soci fondatori Giuseppe Ponti (Cantina della Vernaccia), Gianni Serra (fratelli Serra), Mauro Putzolu (S’anatzu), Giuseppe Ponti (Il melograno), tutti consiglieri del Cda. Fondamentale il supporto dell’enologo Aldo Buiani.

L’invito è a fare rete. “Un risultato fondamentale per la crescita del territorio di cui vitigno e vino sono parti integranti – ha sottolineato Mauro Contini -. Il Consorzio Vernaccia di Oristano doc è aperto a tutte le realtà territoriali che vorranno farne parte”. A favorire la nascita del Consorzio è stata la proposta di legge sulla “valorizzazione del vitigno Vernaccia e vino Vernaccia di Oristano doc”, primo firmatario Francesco Mura. L’enologo Buiani ha evidenziato come “quasi sempre dietro le doc più importanti c’è un Consorzio. Ora occorre mettere mano a un disciplinare vecchio di 50 anni e innovare in termini di processo e prodotto”.

Il Consorzio porterà avanti progetti di promozione e sviluppo della Vernaccia. “Un progetto inclusivo, tutti gli attori della filiera verranno coinvolti negli incontri in programma nei prossimi giorni”, hanno detto Giovanni Murru ed Emanuele Spanò, rispettivamente presidente e direttore Coldiretti Oristano. Con un obiettivo: “Questa doc deve riappropriarsi del ruolo che aveva negli anni Ottanta – ha concluso Buiani -, servono risorse a disposizione del Consorzio e servono subito, ci sono strumenti già previsti a livello regionale e altri ministeriali, ma hanno tempistiche sfalsate rispetto alle cogenti esigenze, serve che la politica si attivi per aiutare l’iniziativa a decollare”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
97
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
97
Share