Scuola volo alla base di Decimomannu: siglato l’accordo tra Leonardo e Cae

“Supportare le attività della International flight training school (Ifts), dal supporto tecnico logistico ai velivoli M-346 e ai sistemi di simulazione di terra (Ground based training system) fino alla gestione operativa delle infrastrutture dell’Ifts”. Sono gli obiettivi della joint venture nata tra Leonardo e Cae che oggi hanno annunciato la nascita di “Leonardo Cae Advanced Jet Training” Srl.

“L’International flight training school è un’iniziativa nata dalla partnership fra l’Aeronautica Militare e Leonardo per fornire servizi di addestramento avanzato destinati ai piloti della stessa Aeronautica Militare e di forze aeree straniere. Il programma addestrativo della Ifts – spiegano da Leonardo – è basato sul sillabo dell’Aeronautica Militare e riguarda la fase pre-operativa (anche detta Fase 4), quella che si svolge prima di volare sui caccia di prima linea. L’Ifts può contare sull’avanzatissimo sistema di simulazione dell’M-346 che include il Full mission simulator, sviluppato congiuntamente da Leonardo e Cae”.

Attualmente l’Ifts è operativa nella base dell’Aeronautica Militare di Galatina (Lecce), ma partire dal 2022 sarà progressivamente dislocata alla base di Decimomannu. A dicembre dello scorso anno, infatti, sono iniziati i lavori per la realizzazione di un moderno campus grande 35mila metri quadrati su un’area di 130mila metri quadri che ospiterà la nuova scuola. Nella realizzazione saranno coinvolte, nel momento di maggiore lavoro, oltre 300 persone, molte delle quali provenienti da imprese locali. A regime la scuola porterà a un indotto occupazionale di oltre 250 addetti civili di cui 150 ad alto livello di specializzazione e una volta inaugurata ospiterà almeno 400 persone l’anno tra dipendenti militari, civili, studenti e le relative famiglie.

“La scelta di un partner come Cae nell’ambito del supporto logistico della Ifts testimonia la nostra volontà di voler offrire ai nostri clienti i migliori servizi di addestramento per i propri piloti – ha evidenziato Marco Zoff, capo della Divisione velivoli di Leonardo -. La costituzione di questa joint venture rafforzerà ancora di più la consolidata collaborazione con Cae, relativa al simulatore dell’M-346, e ci consentirà di garantire ai nostri clienti la versatilità necessaria per soddisfare i loro sfidanti requisiti di addestramento e l’elevato livello di customizzazione che alcuni di loro richiedono. Il livello di eccellenza di Leonardo, Cae e la fama mondiale che caratterizza l’Aeronautica Militare italiana, garantiranno il più elevato standard di addestramento avanzato per le forze aeree clienti a costi ridotti al fine di soddisfare la crescente domanda di mercato per questo tipo di servizi”.

Grazie alla nuova joint venture sarà garantito il supporto operativo dell’International flight training school che può contare su una flotta di 22 aerei da addestramento avanzato M-346, velivolo che consente la simulazione a bordo di una vasta gamma di elementi, riproducendo i più complessi scenari operativi in ambiente Lvc – ‘live’ (aereo in volo), ‘virtual’ (simulatori a terra) e ‘constructive’ (scenario operativo generato dal computer).

Le attività di addestramento verranno svolte da istruttori piloti dell’Aeronautica Militare Italiana e da ex piloti istruttori militari provenienti dalle aeronautiche militari di altri paesi.
“Cae e Leonardo hanno alle spalle una lunga cooperazione industriale e siamo felici di fornire il nostro contributo a questa innovativa partnership pubblico-privata rappresentata dall’International flight training school – ha precisato Marc-Olivier Sabourin, vicepresidente e direttore generale, Defense & security international di Cae -. La partnership supporterà il sistema di addestramento integrato M-346, elemento cardine di un moderno e innovativo programma di addestramento avanzato, Lead-in to fighter training (Lift), per i piloti di nuova generazione”.

GUARDA IL VIDEO

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
71
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
71
Share