Sciopero docenti e stop prove Invalsi. Protesta e sit-in dei Cobas a Cagliari

Scioperi e prove Invalsi cancellate in molte scuole della Sardegna, dalle primarie alle superiori. È il risultato della prima giornata di mobilitazione dei Cobas Sardegna contro i “compiti in classe” a quiz assegnati ai ragazzi per testare risultati e progressi delle scuole. La mappa, fornita dal portavoce Cobas, Nicola Giua, riguarda tutte le zone della Sardegna. In alcuni istituti cancelli sbarrati e alunni tornati a casa, mente in altre le prove non sono state somministrate per l’assenza dei docenti.

Disagi soprattutto in diverse scuole elementari anche a Cagliari. Ma la mobilitazione ha riguardato, in maniera totale o parziale, anche Uri, Muravera, Decimoputzu, Orani, Quartu, Budoni, Siniscola, Posada e Sassari. “Si sta anche sconvolgendo e standardizzando la didattica – ha detto Giua -, molti testi si stanno ‘invalsizzando’ con sezioni dedicate alle prove”. I Cobas hanno poi protestato con un sit-in in piazza Galilei, a Cagliari, davanti alla sede dell’Ufficio scolastico regionale. Non solo Invalsi: la lotta riguarda anche tagli, stipendi bassi, docenti lontani da casa e precari. Domani nuova giornata di proteste per le Invalsi di matematica. “Lottiamo anche contro la regionalizzazione – ha aggiunto Giua – della scuola pubblica. Servono fondi, ormai siamo ai minimi termini”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
16
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
16
Share