Rwm Italia, progetto per ampliare lo stabilimento di Domusnovas

La Rwm Italia ha presentato al Comune di Iglesias la richiesta di concessione edilizia per la realizzazione dei Reparti R200 e R210 all’interno dello stabilimento di Domusnovas dove vengono fabbricate armi. Il progetto – fa sapere l’azienda – consta della costruzione di sei nuovi locali e relative pertinenze, che ospiteranno le attività di miscelazione di materiali esplodenti e del loro caricamento in manufatti esplosivi destinati al mercato della Difesa. Si tratta del potenziamento delle lavorazioni già svolte presso il Reparto R98, attivo dal 2003, tramite l’aggiunta di nuovi reparti e macchinari atti a eseguire il medesimo processo.

Le opere, che saranno distribuite su un’area complessiva di 13 ettari, saranno realizzate nella porzione di stabilimento ricadente in territorio di Iglesias “nel rigoroso rispetto di ogni relativa norma di legge, regolamento o provvedimento dell’autorità inclusa ogni prescrizione vigente in materia di pubblica sicurezza e di prevenzione dei pericoli di incidenti rilevanti (DLgs 105/2015, c.d. Legge Seveso)”, precisa Rwm Italia.

“L’ampliamento – fanno sapere ancora dall’azienda – non comporterà un aggravio degli scenari associati con i pericoli di incidente rilevante, che resteranno i medesimi rispetto alla situazione attuale. Allo stesso modo, la costruzione dei nuovi reparti e le lavorazioni che vi si svolgeranno non avranno, sull’ambiente, riflessi diversi da quelli, puramente ordinari, correntemente prodotti dallo Stabilimento”. Il progetto, interamente autofinanziato, si inserisce in un programma di investimenti, approvato dal Gruppo Rheinmetall per la crescita della società, allo scopo “di far fronte alle sfide del mercato internazionale e consolidare, così, il ruolo strategico della RWM Italia SpA e, soprattutto, del suo Stabilimento di Domusnovas nel settore della Difesa nazionale e internazionale”.

LEGGI ANCHE: La Tv tedesca: “4000 bombe ai sauditi dalla Rwm all’inglese Raytheon”

Rwm, per la fabbrica di bombe “che promuove la salute” utile oltre 15 mln

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
1
Share