Processo Puc Sassari al via: tra gli imputati l’ex sindaco Gianfranco Ganau

Si è aperto oggi nella Corte d’Assise di Sassari il processo che tra gli altri coinvolge l’ex sindaco di Sassari e attuale presidente del consiglio regionale Gianfranco Ganau, l’ex vicesindaco di Sassari e consigliere regionale Valerio Meloni e l’ex consigliere e assessore comunale di Sassari Dolores Lai, tutti del Pd. Al centro del dibattimento la vicenda legata alla realizzazione di un centro commerciale e all’approvazione del Piano urbanistico comunale (Puc) di Sassari, che risale al 2008. Le accuse per Ganau sono tentata concussione, falsità ideologica aggravata, concorso in abuso d’ufficio e tentato abuso d’ufficio. Meloni, al tempo vicesindaco e assessore dell’Urbanistica, è accusato di tentata concussione e tentato abuso d’ufficio, mentre per Lai, allora consigliere comunale, l’accusa è tentato abuso d’ufficio.

Con loro sono imputati l’allora dirigente del Suap Gianfranco Masia per tentata concussione e concorso in abuso d’ufficio, i tecnici incaricati di predisporre il Puc, Bruno Virginio Gabrielli, Pietro Cozzani e Francesco Luigi Dettori, per tentato abuso d’ufficio, e il presidente della Confcommercio Alberto Cossu per tentata estorsione. In origine gli imputati indicati dal pm Giovanni Porcheddu erano 36, ma già in sede di udienza preliminare il giudice Carla Altieri aveva disposto il non luogo a procedere nei confronti dei consiglieri comunali chiamati in causa per aver votato in aula a favore dell’approvazione del piano urbanistico. La vicenda giudiziaria ha preso le mosse dalle accuse del costruttore Nicolino Brozzu per la controversa pratica edilizia del centro commerciale Tanit di Predda Niedda, la zona industriale di Sassari. L’imprenditore si vide bloccare l’iniziativa dal Comune e dalla Regione e decise di ricorrere al Tar. Secondo l’accusa, Ganau avrebbe cercato di convincerlo a ritirare il ricorso ma Brozzu, nel frattempo, aveva presentato un esposto in Procura per denunciare, tra l’altro, una serie di incompatibilità che inficiavano la votazione del Puc. Il 10 luglio 2008, giorno della votazione, i consiglieri si ritrovarono sul banco uno scritto anonimo contenente indicazioni su presunti vantaggi in termini di cubature che il piano avrebbe comportato per alcuni terreni di proprietà di parenti di Ganau e di Lai. L’udienza odierna davanti al collegio presieduto da Salvatore Marinaro è servita per formalizzare l’avvio della fase istruttoria e aggiornare l’effettivo inizio del processo al prossimo 7 ottobre.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share