‘Premio Ichnusa’ rivolto agli studenti: vince un progetto sul rimboschimento

Rimboschiamoci le maniche” propone un’innovativa campagna di sensibilizzazione delle comunità per la tutela dell’Isola, promuovendo il rimboschimento dei territori colpiti dagli incendi.  Il progetto si è aggiudicato il Premio Ichnusa, giunto alla decima edizione e nato nell’ambito del corso di marketing tenuto da Giuseppe Melis alla facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche dell’Università di Cagliari in collaborazione con l’azienda produttrice di birra. A ideare il progetto vincente gli studenti Matteo Collu, Simone Loi, Alessandro Saiu, Giorgia Piras, Claudia Sciola e Edoardo Pirisi. Fra i tre gruppi selezionati come finalisti ci sarà la selezione dello studente a cui sarà garantito un tirocinio retribuito di sei mesi nel reparto marketing di Ichnusa.

In dieci anni il Premio ha coinvolto complessivamente circa 600 studenti dell’Università di Cagliari. “Con questo Premio, Ichnusa offre agli studenti sardi – spiega la Marketing Manager Katia Pantaleo – un collegamento diretto tra mondo universitario e professionale. Si tratta di una delle declinazioni più significative del nostro impegno per la Sardegna, che ci spinge a valorizzare eccellenze e talenti della nostra terra. Grazie a questa iniziativa e alla preziosa collaborazione di un Ateneo prestigioso come quello di Cagliari, diamo ai laureandi una reale opportunità per entrare nel mondo del lavoro e intraprendere un percorso di crescita in una realtà importante come la nostra”.

“È un’opportunità didattica importante – afferma il professor Melis – in un ambito disciplinare in cui le occasioni non sono tante. Di fatto è la possibilità data ai nostri studenti di poter vedere applicate sul campo nozioni apprese a lezione. Le idee progettuali messe in pratica permettono di capirne l’efficacia pratica in modo molto concreto, con una ricaduta immediata”.

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
1
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
1
Share