Poetto, blitz della polizia all’Alta marea: 400 clienti tra balli, drink e irregolarità

Sabato scorso c’erano più di 400 persone all’interno dello stabilimento balneare, tutte o quasi sprovviste di di mascherine, intente a bere drink e ballare. Lo hanno scoperto gli agenti del commissariato di Quartu all’Alta Marea al Poetto durante i controlli effettuati per frenare la “malamovida” e far rispettare le norme anti-Covids. Il titolare adesso dovrà pagare una multa di ottomila euro e chiudere per cinque giorni. Durante l’ispezione gli agenti hanno appurato che all’interno del locale si trovavano circa 400 persone impegnate a bere e ballare senza rispettare il distanziamento e senza mascherine. Il proprietario non aveva le autorizzazioni per organizzare serate danzanti. Ma non solo. La polizia ha appurato che in alcuni casi sarebbero stati venduti alcolici a minorenni e la mescita sarebbe continuata dopo l’orario previsto dalla legge. Mancavano inoltre l’etilometro e le tabelle che riportano i sintomi correlati all’assunzione di alcol. Oltre alla multa e alla chiusura, per il titolare è scattata anche la denuncia per aver organizzato serate danzanti, come una discoteca con un biglietto a pagamento, in un locale privo di agibilità.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
8
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
8
Share