Olbia, Nizzi sgombera l’ostello della gioventù: “Diventerà il nuovo campus”

Da decenni a Olbia è il simbolo dello spreco di denaro pubblico. Il grande caseggiato che, alla periferia sud della città, avrebbe dovuto ospitare l’ostello della gioventù è stato costruito nei lontani anni ’90 con 2 miliardi della vecchie lire di fondi regionali e poi abbandonato al trascorrere inesorabile del tempo. Oggi, segnato dalle intemperie, dall’incuria e dai vandali, è ridotto quasi ad un rudere. Le varie amministrazioni che si sono susseguite in questi 25 anni hanno tentato, sempre inutilmente, di recuperarlo al degrado. Una scommessa che invece promette di vincere l’attuale sindaco, Settimo Nizzi. Il primo cittadino, dopo un sopralluogo assieme al comandante della polizia locale Giovanni Mannoni, ha annunciato l’imminente apertura della caccia ai finanziamenti per riportare l’ostello al suo originario splendore e farlo diventare un campus universitario .

Ordinanza di sgombero immediata

ost2Nizzi ha anche annunciato l’immediata ordinanza di sgombero della struttura diventata, in questi lunghi anni di incuria, il ricovero di tante persone senza fissa dimora. Negli appartamenti progettati per ospitare gli studenti hanno probabilmente trovato casa un gruppo di persone nonostante la struttura non offra alcun tipo di servizi. Dentro il caseggiato è evidente la presenza di “inquilini”: indumenti, letti, suppellettili e anche biciclette testimoniano che l’insediamento è in qualche modo stabile nonostante al momento del sopralluogo non ci fosse nessuno. Ma chi ha occupato i locali dell’ex ostello dovrà cercare un’altra sistemazione al più presto, perché Nizzi è determinato: “Nel giro di poco tempo – ha dichiarato – metteremo in sicurezza l’area con il primo sgombero e poi con la pulizia esterna. Proseguiremo, poi, con una nuova strada di ingresso che si collegherà a via Loiri per un più rapido accesso”. “Con molta probabilità l’operazione di pulizia, di sgombero e di messa in sicurezza dell’intera struttura avverrà la prossima settimana” conferma il comandante della polizia locale di Olbia, Giovanni Mannoni.

Nel centro storico l’Università di Olbia

Il Comune sta intanto procedendo anche alla definizione degli ultimi dettagli per l’acquisto dei locali degli ex grandi magazzini Upim: il grande edificio nel cuore della città destinato ad ospitare l’Università di Olbia. L’operazione costerà un milione e centomila euro. Una spesa notevolmente inferiore – puntualizza Nizzi – rispetto al ripristino della ex caserma della Guardia di Finanza che avrebbe richiesto un costo di circa due milioni di euro. Il rogito dell’immobile è previsto il 20 gennaio.

Costanza Bonacossa

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share