Nuoro, l’appello del sindaco a Nieddu: “L’ospedale è ormai vicino al collasso”

“Risposte non ce ne sono state, qui ci sono problemi complessi da risolvere che vanno affrontati”. Lo ha detto all’Ansa il sindaco di Nuoro, Andrea Soddu, dopo la visita dell’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu, che questa mattina ha incontrato i rappresentanti del Distretto sanitario nuorese, gli amministratori e i dirigenti della Assl territoriale, sulle “gravi criirticità ” dell’ospedale San Francesco che si trova ad affrontare l’emergenza sanitaria in corso, sotto organico di 134 medici e con gravi carenze anche del personale infermieristico e Oss. Nieddu ha assicurato “il raddoppio dei posti letto sia di degenza ordinaria che di rianimazione per fronteggiare l’emergenza a Sassari che a Nuoro“. Parole che non sono bastate agli amministratori del territorio. “Ho ribadito con forza che il San Francesco è vicino a una situazione irreversibile in mancanza di interventi immediati, sia dal punto di vista dei servizi sia per quanto riguarda la carenza di personale medico sanitario – ha aggiunto Soddu – ad esempio, tra gli altri, il centro trasfusionale non garantisce le trasfusioni con regolarità, ma a giorni alterni e anche il pronto soccorso è al collasso. I numeri ci dicono che a Nuoro mancano 134 medici rispetto allo standard previsto e gravi sono anche le carenze tra il personale infermieristico ed Oss. Chiediamo alla Regione un intervento immediato per sanare questa situazione perché il diritto alla salute non può passare in secondo piano” conclude il primo cittadino di Nuoro.

All’incontro hanno partecipato anche alcuni parlamentari e consiglieri regionali del territorio. Per il presidente del comitato del Distretto sanitario e sindaco di Orani, Antonio Fadda, c’è una novità positiva: “L’assessore ha dato mandato a tutte le Assl territoriali di assumere il personale che manca con forme flessibili – ha sottolineato – Speriamo che questo venga fatto in qualunque modo e che si faccia in tempi brevissimi. Non vorremmo ritrovarci tra un mese con gli stessi problemi”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
47
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
47
Share