Nella cucina del ristorante 150 chili di pesce illegale: sequestro e multa

Nella cucina del suo ristorante a Baja Sardinia aveva una scorta di pesce di 150 chili, illegale. Il ristoratore è stato multato per 3.800 euro e il prodotto sequestrato dai militari del Nucleo vigilanza pesca della Capitaneria di porto di La Maddalena.

In particolare sono stati trovati 20 chili di tonno rosso pronto per essere somministrato ai clienti e di cui il titolare non è stato in grado di dimostrare la provenienza. Inoltre sono stati trovati all’interno dei vari frigoriferi e congelatori del locale cucina, oltre 120 chili tra pesce spada, scampi, polpi, tartufo noce, granchi, totani, astici, aragosta, orate, cannolicchi, gamberi, capesante, spigole di dubbia provenienza e privi della prevista documentazione di tracciabilità.

“Le attività di controllo sulla filiera della pesca continueranno anche nei prossimi giorni per garantire – spiega il comandate della Capitaneria di La Maddalena, capitano di fregata Renato Signori – il rispetto della vigente normativa e per la tutela del consumatore, a beneficio della collettività”.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
20
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
20
Share