Marito e moglie in bici travolti da un furgone. Lui in fin di vita. Pirata della strada confessa

Ha investito due ciclisti nel centro di Olbia, marito e moglie che viaggiavano su due biciciclette elettriche, poi si è dato alla fuga. Ma ieri l’autista di un furgone, un uomo di 56 anni, si è costituito e autodenunciato come pirata della strada. È accusato di lesioni gravissime e omissione di soccorso.

L’investimento è avvenuto avant’ieri notte in via Italia. Sino a ieri sera sembrava che il ciclista travolte fosse solo uno e ufficialmente i carabinieri non avevano annunciato la fuga dell’investitore. Invece c’era un pirata della strada che col furgone ha travolto una coppia di residenti: 42 anni lui, 35 lei. Il marito è ricoverato in fin di vita all’ospedale di Sassari, dove è stato trasportato d’urgenza con l’elisoccorso. Si trova nel reparto di Rianimazione al Santissima Annunziata.

I militari del Reparto territoriale, guidato dal comandante Davide Crapa, hanno imboccato immediatamente la strada giusta: grazie alle registrazioni fatte dai sistemi di sorveglianza sparsi nella zona, sono riusciti a risalire al mezzo che all’ora dell’incidente è transitato in zona e poteva essere compatibile con i segni lasciati sulle biciclette. Decisive anche le testimonianze raccolte nella zona.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
38
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
38
Share