Lutto cittadino per l’ultimo saluto alle due sorelle travolte e uccise dal treno

Sono stati fissati per domani, venerdì 5 agosto, i funerali di Alessia e Giulia Pisanu, le due sorelle di origini sarde che abitavano a Castenaso (Bologna) morte domenica mattina investite da un treno in stazione a Riccione.

Dalle 8, nella chiesa della Madonna del Buon Consiglio a Castenaso, sarà aperta la camera ardente e alle 10.30 si celebreranno le esequie. Lo rende noto il Comune, il sindaco ha proclamato il lutto cittadino. Sarà una cerimonia pubblica aperta a tutti, perché le due sorelle “erano molto amate in paese”.

“Assieme a tutta la città e all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carlo Gubellini – si legge in una nota del Comune -, saranno presenti i rappresentanti della Prefettura , della Questura , della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e della Città Metropolitana. Parteciperanno anche la Questura di Rimini e la sindaca di Riccione “. E poi, Castenaso “si stringe attorno alla famiglia e agli amici in un abbraccio enorme, ricolmo di un conforto che ora pare impossibile. Le tante domande che affollano i cuori della comunità taceranno per far spazio al ricordo, nell’ultimo saluto”.

La famiglia Pisanu ha espresso il desiderio di una cerimonia semplice al termine della quale i due feretri saranno condotti a piedi verso il cimitero comunale. In queste ore sono tantissime le persone partite dalla Sardegna per stare vicine alla famiglia Pisanu.

Il padre delle due ragazze, Vittorio, originario di Senorbì recentemente era tornato con loro in Sardegna per una breve vacanza e aveva incontrato i parenti e gli amici di sempre, persone che anche in queste ore hanno scelto di stargli vicino e senza esitare hanno preso il primo areo per raggiungere Castenaso per stargli vicino in questo terribile momento.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
15
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
15
Share