Lo stabilimento dei rifiuti brucia da due giorni, rischio diossina a Sassari

Vanno avanti senza sosta da due giorni le operazioni di spegnimento del maxi incendio divampato sabato pomeriggio nello stabilimento della Gesam, società attiva nel trattamento dei rifiuti con base operativa a Sassari, nella zona industriale di Truncu Reale.

I vigili del fuoco hanno lavorato anche tutta la notte per spegnere gli ultimi focolai attivi. Dalle prime ore dell’alba la situazione sembra essere in netto miglioramento ma si attendono i dati per scongiurare del tutto l‘allarme diossina. La maggior parte dei fumi, infatti, sono stati quasi tutti abbattuti ma la bonifica non è finita. Le operazioni di spegnimento e raffreddamento dei rifiuti bruciati continueranno ad andare avanti per tutta la giornata.

Nel frattempo il sindaco di Sassari, Nanni Campus, non ha prorogato l’ordinanza con la quale limitava le attività all’aperto, con particolare riguardo a quelle di natura ludico-sportiva, e imponeva di mantenere chiuse le finestre in caso di fumi persistenti e maleodoranti.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
24
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
24
Share