L’Isola importa sangue, ma non basta: “Nel 2026 non riceveremo più sacche”

In un anno la Regione spende cinque milioni di euro per importare sacche di sangue in Sardegna. Questo perché nell’Isola si dona troppo poco e alla lunga non si potrà dipendere così tanto dalle importazioni. L’allarme è stato lanciato, come riporta l’Unione, dal dottor Mauro Murgia, direttore della struttura regionale di coordinamento delle attività trasfusionali per la Regione Sardegna.

Le sacche che arrivano dalla Penisola sono sempre meno: “Se il trend negativo dovesse continuare, nel 2026 non ne riceveremo più nemmeno una – ha detto -. Le scorte non basteranno, salteranno le trasfusioni e anche gli interventi chirurgici”. L’invito è sempre lo stesso: donare il sangue. Con continuità, chi può. Per salvare vite.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
18
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
18
Share