Innesca l’incendio di Villanovafranca: arrestato un 76enne

Manuel Scordo

Gli automobilisti lo hanno visto mentre appiccava il rogo e poi si allontanava dalla zona e hanno chiamato il 1515 e il 112. Ed è proprio grazie alle testimonianze raccolte che Corpo forestale e Carabinieri della Compagnia di Sanluri sono riusciti a individuare il responsabile del gigantesco rogo che ieri ha minacciato le abitazioni alla periferia di Villanovafranca (non Villanovaforru come inizialmente diffuso in un comunicato stampa).

Un pensionato di 76 anni, residente a Villanovafranca, già noto alle forze di polizia, è stato arrestato per incendio doloso. Le indagini sono partite ieri pomeriggio dopo le segnalazioni ricevute dal 1515 e dal 112 e dopo che il rogo era stato spento.

Le fiamme, a causa del caldo e del vento – era stato diramato un bollettino di allerta arancione per il pericolo incendi – si sono velocemente propagate, raggiungendo la periferia di Villanovafranca, lambendo alcune case. Le squadre a terra di Corpo forestale, agenzia Forestas e volontari della Protezione civile, hanno lavorato a lungo per aver ragione del fuoco e solo dopo alcune ore le fiamme sono state domate e l’area messa in sicurezza. Sono scattati quindi gli accertamenti e nel giro di poche ore, grazie anche alle testimonianze, Corpo forestale e carabinieri, hanno individuato chi aveva appiccato il rogo, arrestando il 76enne. L’uomo non ha fornito alcuna spiegazione per il gesto: adesso si trova adesso ai domiciliari in attesa del processo. Rischia fino a dieci anni di reclusione.

“Il Corpo Forestale ha intensificato in questi giorni sia la presenza nel territorio attraverso l’apparato di lotta antincendio, sia la componente investigativa  per la repressione del grave reato – sottolineano dalla Forestale – . Sono già diverse le denunce  a carico di presunti responsabili per il reato di incendio colposo e doloso per le quale si attendono importanti sviluppi”.

Manuel Scordo

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
14
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
14
Share