In otto assaltano un portavalori sulla 131: bottino da mezzo milione

Non sono fuggiti i rapinatori a mani vuote, come appreso in un primo momento, ma sono riusciti a portare via oltre mezzo milione di euro. Il commando che questa mattina ha assaltato un furgone portavalori della Vigilpol era composto da almeno otto persone. L’agguato è scattato poco prima delle 8 sulla statale 131, al km 156 vicino a Bonorva, nel Sassarese.Nel conflitto a fuoco una delle guardie giurate è rimasta lievemente ferita a un polpaccio, colpito di rimbalzo dalle schegge di una pallottola. Indaga la Polizia di Sassari.

La banda ha utilizzato un camion rubato e altri mezzi pesanti per costringere il furgone a rallentare. Poi la reazione dei vigilantes e gli spari, anche con kalashnikov. Le guardie giurate sono state fatte scendere ed i malviventi si sono impossessati delle valigie con il denaro. Per coprirsi la fuga hanno anche incendiato un’auto che avevano utilizzato.Decine gli uomini delle forze dell’ordine impiegati in queste ore. A lungo l’arteria che collega Cagliari a Sassari è rimasta bloccata.

Le due auto usate per la fuga dai componenti del commando sono state ritrovate. Si tratta di una Hyundai Tucson rubata ad una veterinaria che, al momento dell’agguato, si trovava in coda sulla statale, e di un’altra auto con cui i malviventi hanno percorso contromano un tratto della statale in direzione di Sassari, dopo aver bloccato il traffico per agevolare la propria deviazione verso una strada secondaria. Uno dei due mezzi è stato dato alle fiamme per strada, all’altezza di Macomer, in direzione di Cagliari. L’altro è stato trovato dai carabinieri nelle campagne di Foresta Burgos.

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share