Gonnosfanadiga e Guspini, stop all’impianto termodinamico

Soddisfazione per la bocciatura, arrivata ieri sera da parte del Consiglio dei ministri, dell’impianto solare termodinamico che sarebbe dovuto sorgere nelle campagne tra Gonnosfanadiga e Guspini, è stata espressa dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico e dal deputato di Unidos Mauro Pili, che già un mese fa aveva annunciato la definizione della pratica in senso negativo e sollecitato con un’interrogazione l’approvazione contraria del Consiglio dei ministri.

“Bocciata la distesa di pannelli termodinamici di Gonnosfanadiga e Guspini – afferma Pili – il consiglio dei Ministri ha dovuto prendere atto delle istruttorie degli uffici di Palazzo Chigi e del parere del coordinamento amministrativo della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Non esistono i requisiti per l’approvazione, pratica chiusa. Il governo ha dovuto fare i conti con un fronte compatto pronto a tutto per impedire quella devastazione e non ha potuto schivare il tema della legalità di una pratica che rischiava di aprire uno scontro titanico sul piano giudiziario”.

LEGGI ANCHE: Stop al termodinamico, l’assessora Spano: “Accolte istanze giunta Pigliaru”

I pareri acquisiti durante la procedura a Palazzo Chigi sono stati tutti contrari e nessuno si voleva assumere l’onere di una forzatura tecnica e giuridica che sarebbe sconfinata negli interessi privati e il loro favoreggiamento. Il diniego finale da parte di Palazzo Chigi conferma che quando vi è una mobilitazione forte e decisa niente può passare sulla testa dei sardi. La marcia dei trattori e le manifestazioni su quelle aree agricole sono il segno evidente di una comunità che è in grado di ribellarsi alle imposizioni di affaristi e apparati politici”. Per il Gruppo d’Intervento Giuridico si tratta di una”vittoria del buon senso, vittoria dell’ambiente, vittoria del diritto, soprattutto vittoria delle tante persone che da anni si battono a viso aperto contro la speculazione energetica”.

LEGGI ANCHE: Stop a termodinamico, Sanna (Pd): “Bene decisione del Cdm”

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share