Fondi ai gruppi, c’è il legittimo impedimento: rinvio per Barracciu

È saltata per legittimo impedimento dell’imputata, l’udienza preliminare del processo contro Francesca Barracciu, accusata di peculato nell’inchiesta sui fondi ai gruppi del Consiglio regionale relativamente alla legislatura 2009-2014. Tutto è rinviato al 21 ottobre. La sottosegretaria alla Cultura ha comunicato di essere assente per ragioni istituzionali.

Al terzo piano del tribunale di Cagliari si sarebbe dovuto discutere il rinvio a giudizio chiesto dal pm Marco Cocco che contesta all’esponente Dem l’utilizzo illegittimo di 78mila euro.

Luigi Franco Satta, l’avvocato della Barracciu, è stato sostituito oggi dal legale Guido Manca Bitti, il quale ha consegnato al gup Lucia Perra la convocazione della sottosegretaria a una riunione del Governo. Di qui appunto il legittimo impedimento accolto dal giudice per l’udienza preliminare.

Quanto all’accusa, i 78mila euro di contestazione sono frutto di una doppia verifica della Procura. Inizialmente la Barracciu venne iscritta sul registro degli indagati per una spesa sospetta di 33mila euro, giustificata con il pagamento della benzina per svolgere la sua attività di consigliera regionale. Poi il presunto peculato è stato esteso ad altri 45mila euro che, sempre secondo il pm, sarebbero stati utilizzati per fini diversi rispetto all’attività politica. (al. car.)

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share