Coronavirus, Cagliari rinvia i pagamenti: Tari e suolo pubblico slittano di tre mesi

L’emergenza coronavirus ha spinto il Comune di Cagliari a rinviare le imminenti scadenze dei tributi. La rata della Tari 2019 che sarebbe dovuta scadere il 31 marzo potrà essere pagata entro la fine di giugno, lo stesso avverrà per la rata unica del canone per l’occupazione permanente di suolo pubblico. Non sarà di tre, ma di due mesi, lo slittamento per chi non ha un pagamento unico. “In caso di rateizzazione dell’importo – spiegano dal Comune -, dovuto a titolo di canone di occupazione di suolo pubblico permanente le rate in scadenza il 31 marzo, il 31 maggio, il 31 luglio e il 31 ottobre, sono posticipate di 2 mesi (31 maggio, 31 luglio, 31 ottobre e 31 dicembre”.

“Per il contrasto del diffondersi del coronavirus – precisano dagli uffici -, le istanze potranno essere presentate tramite mail o pec all’indirizzo: tributi@comune.cagliari.legalmail.it“.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
45
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
45
Share