Colpo finito a fucilate a Tempio: fermati tre banditi, denunciato barista

Sono in stato di fermo per rapina impropria in concorso i tre banditi che nella notte tra domenica e lunedì scorsi sono entrati in un bar a Bassacutena, frazione di Tempio Pausania per rubare l’incasso e sono stati affrontati dal proprietario, che ne ha ferito uno alla gamba con una fucilata.

Si tratta di tre uomini originari della Romania, residenti a Olbia: due di loro sono stati trasferiti nel carcere di Bancali, a Sassari, e uno si trova ai domiciliari. Ad identificarli e fermarli sono stati i carabinieri della Compagnia di Tempio Pausania, guidati dal capitano Giuseppe Scotto Di Tella, in collaborazione con i colleghi della Stazione di Luogosanto e del Reparto Territoriale di Olbia, con il coordinamento della Procura di Tempio Pausania.

Il titolare del bar, Nicola Pirredda, è stato denunciato per lesioni. Domenica in piena notte era stato svegliato dal suono dell’allarme del locale, che si trova a 200 metri dalla sua abitazione. In passato aveva subito diversi furti e ha intuito subito quello che stava succedendo. Ha imbracciato il fucile da caccia, poi sequestrato dai carabinieri, e insieme con la moglie, è andato incontro ai ladri, sorprendendoli all’interno del bar.

Secondo il suo racconto, verificato dagli inquirenti, i tre li hanno minacciati con un palanchino. Il barista spaventato ha esploso un colpo di fucile caricato a pallini e ha colpito a una gamba uno dei tre rapinatori, il 33enne Gheorghe Vasile. Gli altri due malviventi sono scappati abbandonando il complice. All’arrivo dei carabinieri l’uomo è stato soccorso e accompagnato all’ospedale di Tempio per le prime cure. Ha riportato lievi lesioni. Le indagini hanno potuto verificare che i tre sono comunque riusciti a rubare il fondo cassa custodito nel locale

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
5
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
5
Share