alcoa

Carbonia, una fiaccolata per il lavoro che non c’è più

Una fiaccolata per le strade di Carbonia per rilanciare in modo pacifico ma fermo il tema per il lavoro che non c’è più. Questa l’iniziativa in programma per questa sera dei lavoratori degli appalti di Portovesme che stanno portando avanti una dura battaglia per il riconoscimento perlomeno della cassa integrazione occupando la miniera di Serbariu, a Carbonia, dal giorno 7 di gennaio.

Il raduno è stato fissato nello spazio antistante lo stadio comunale di Carbonia per le ore 18.00; da qui prenderà avvio la fiaccolata che passando per le vie Costituente e Gramsci arriverà in Piazza Roma dove sono previsti interventi di esponenti politici e sindacali del territorio. “Non sappiamo più che fare per attirare l’attenzione sul nostro problema, afferma Manolo Mureddu, delegato CISL appalti e fautore della manifestazione; continuano ad arrivarci notizie contrastanti sulla copertura finanziaria della cassa integrazione per noi lavoratori degli appalti, senza però avere ancora visto nessun atto concreto che ci dia sicurezza sul nostro futuro; ecco perchè la nostra lotta non può fermarsi, anche se tra mille difficoltà e attraverso manifestazioni di vario genere coinvolgendo il maggior numero di persone perchè questa non è la lotta di un gruppo di operai ma è la lotta di un intero territorio che si sta ribellando a una politica inconcludente che parla senza concludere”. Alla manifestazione sono invitati a partecipare tutti i cittadini che responsabilmente hanno a cuore il problema di tutte le famiglie coinvolte in questa vicenda.

Carlo Martinelli

Total
0
Shares
Загрузка...
Related Posts
Total
0
Share