PHOTOGALLERY. Cotti (M5S) e le bonifiche a Teulada: “Propaganda dell’Esercito a 24 ore da Capo frasca”

“Il sito internet dell’Esercito Italiano, guarda caso in prossimità della manifestazione di protesta a Capo Frasca, si mette a fare propaganda, divulgando nella homepage fantastiche e rassicuranti fotografie”. La denuncia arriva dal senatore del Movimento 5 Stelle Roberto Cotti, attraverso una nota che arriva il giorno prima della manifestazione convocata a Capo Frasca. Nel sito dell’esercito si legge che “la Forza Armata, dallo scorso 25 agosto, nel poligono di Capo Teulada, sta ponendo in essere, come richiesto dalla Procura di Cagliari, il piano d’intervento ambientale il cui modello concettuale è stato condiviso con gli organi di supporto della citata magistratura e, in particolare, con l’ARPAS, l’ISPRA, l’ASL e il NOE. Per tale compito è stata predisposta una “Task Force” sulla base del 5° reggimento genio di Macomer (NU), che dispone dei mezzi specialistici necessari allo scopo, con il concorso di una squadra di tecnici del 7° reggimento di Difesa NBC di Civitavecchia. Agli specialisti del 7° reggimento spetterà il compito di provvedere al prelevamento dei campioni di terreno e al loro trasporto presso gli Enti deputati all’esame”. La chiosa del senatore: “Ecco, guarda i casi della vita”.

La gallery pubblicata sul sito dell’Esercito

 

Cotti segnala anche che nei suoi uffici in Senato sono stati rimossi i poster con la scritta “No servitù”, affissi nei giorni scorsi. “Arriva, improvvisa, una telefonata dal Senato”, racconta il Senatore. “Vengo informato di avere contravvenuto ad una non meglio identificata e fantomatica regola.Nei miei uffici non posso affiggere nulla che si affacci visivamente all’esterno del palazzo. I poster con la scritta “NO SERVITÙ” e le bandiere della Sardegna che avevo affisso nei giorni scorsi, per manifestare il mio pensiero e la mia protesta contro i poligoni militari – così loro mi dicono – non sono ammessi e saranno subito rimossi. D’autorità. In mia assenza. Brutta cosa se viene impedito, non solo ai cittadini, ma anche ai loro rappresentanti liberamente eletti”.

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share