Bloccato mentre uccide un cinghiale. Nascondeva armi da guerra: arrestato

Un 52enne di Orune è stato arrestato dagli agenti del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Stazione di Nuoro con l’accusa di porto illegale di armi clandestine e munizioni. L’uomo è stato sorpreso mentre uccideva un cinghiale, catturato con dei lacci metallici da bracconiere, con una pistola classificata da guerra, una calibro 9 parabellum con matricola cancellata. Dopo avere tentato una breve fuga il cacciatore di frodo è stato bloccato ed è stato trovato in possesso anche di un fucile da caccia cal. 12, sempre con matricola abrasa, 65 cartucce e altre 128 pallottole cal. 9 per la pistola. Il tutto era nascosto nell’auto del 52enne.

Nella successiva perquisizione dell’ovile, all’interno di sacchi per il mangime, sono stati trovati, inoltre, una doppietta calibro 16 a canne mozze priva di matricola, 51 munizioni e 28 cartucce per un fucile calibro 24. Tutte le armi e le munizioni sono state sequestrate, mentre la carcassa del cinghiale abbattuto è stata consegnata all’Istituto zooprofilattico per le successive analisi.

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
278
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
278
Share