Accordo italo-tedesco sui poligoni sardi, Cotti (M5S) annuncia interrogazione a ministro Pinotti

“Preparerò subito un’interrogazione al ministro della Difesa Roberta Pinotti per conoscere i termini di questo ‘accordo italo-tedesco'”. Lo ha annunciato il senatore del Movimento 5 stelle Roberto Cotti dopo l’ammissione, da parte del governo di Angela Merkel, dell’esistenza di un accordo secondo il quale la rimozione di ordigni inesplosi e la bonifica delle aree dei poligoni sardi è in capo esclusivamente all’Aeronautica italiana. La notizia è stata data dal governo tedesco in risposta a un’interrogazione presentata dal partito Die Linke sull’incendio divampato il 4 settembre scorso a Capo Frasca.

“Dalle 14 risposte del governo tedesco agli altrettanti interrogativi sollevati dai parlamentari Höger e Gysi – dice Cotti – si apprende che il poligono di Capo Frasca, nella giornata del 4 settembre, è stato utilizzato esclusivamente dall’aviazione militare tedesca e solo ad essa, quindi, è riconducibile la responsabilità dell’incendio che ha coinvolto 26 ettari di territorio sardo. Se la responsabilità dell’incidente è chiara, si scopre però che in base ad un accordo tecnico tra il nostro ministero della Difesa e quello della Repubblica Federale Tedesca, le azioni inerenti la gestione, il funzionamento, manutenzione, servizi di supporto, logistica, sicurezza ed eventuale evacuazione dal terreno di residui di munizioni connesse ad esercitazioni militari sono di esclusiva competenza italiana. Come dire che il governo tedesco non si fa carico di alcuna responsabilità e risarcimento danni. Per questo presenterò al ministro l’ennesima interrogazione al quale il governo, finora, non ha mai risposto”.

 

Diventa anche tu sostenitore di SardiniaPost.it

Care lettrici e cari lettori,
Sardinia Post è sempre stato un giornale gratuito. E lo sarà anche in futuro. Non smetteremo di raccontare quello che gli altri non dicono e non scrivono. E lo faremo sempre sette giorni su sette, nella maniera più accurata possibile. Oggi più che mai il vostro supporto è prezioso per garantire un giornalismo di qualità, di inchiesta e di denuncia. Un giornalismo libero da censure.

Total
0
Shares

Per ricevere gli aggiornamenti di Sardiniapost nella tua casella di posta inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Related Posts
Total
0
Share